Milan, monte ingaggi diminuito del 9%: Elliott gongola

Scaroni Gazidis
© foto @YouTube

Elliott, riduzione del monte ingaggi al Milan. Al lordo c’è un risparmio del 18% grazie ad alcune cessioni e risoluzioni

Il primo obiettivo di Elliott è stato raggiunto. Non sportivo purtroppo, dato che i fini del fondo americano sono soprattutto di natura economica. In circa un anno il monte ingaggi del Milan è sceso del 9%, che equivale al lordo (tasse comprese) al 18% in meno di spese per gli stipendi. Nel computo contano sicuramente i tagli di Montolivo, Bertolacci, Strinic, Abate, Zapata, Mauri che hanno abbandonato Milanello per scadenza contratto o risoluzione consensuale.

Gli ultimi arrivati hanno ingaggi più modesti anche virtù della giovane età. Dall’analisi di Calcio e Finanza appare chiaro come Elliott voglia ridurre i costi puntando solo su giocatori giovani e di prospettiva. Negli ultimi mesi i no a Ibrahimovic e Fabregas hanno fatto capire come gli over 30 non siano più ben accetti a Milanello. Soprattutto quando chiedono tanti soldi…