Milan, fuori dall’Europa? Fassone conferma possibilità ma gli acquisti si faranno

Fassone Mirabelli
© foto www.imagephotoagency.it

Fassone tranquillizza tutti facendo chiarezza su ciò che sarà l’immediato futuro rossonero, a prescindere dalla Decisione Uefa

Le parole di Marco Fassone tolgono ogni dubbio relativo alla possibilità che l’Uefa possa escludere il Milan dalla prossima Europa League. Dunque tutto è possibile, in base a quanto trapelato dalle dichiarazioni dell’amministratore delegato, post Cda: « La sentenza Uefa non sarà così determinante per il mercato, ma se, nello scenario peggiore, il Milan dovesse essere escluso dalle coppe, il budget per gli acquisti sarà ridotto. Non pensiamo di portare ancora 10-11 giocatori, ne arriveranno 2 o 3. Senza coppe ci sarebbe sicuramente un decremento del fatturato di cui dovrei tenere conto per le spese di questa estate. Il fatto che non ci sarà attività in entrata o in uscita sul mercato nei prossimi 10/15 giorni non è però collegata alla sentenza Uefa. Non c’è alcuna preoccupazione, abbiamo rassicurato allenatore e squadra confermando la volontà di non smantellare la rosa, la maturità del gruppo è eccellente». Fassone parla di scenario peggiore, il che vuol dire che una seria possibilità di questo tipo incombe sul futuro societario, lo sapevamo, ora ne abbiamo conferma. Ciò che al momento non torna ma sicuramente con il tempo ne capiremo di più è la disponibilità societaria ad operare per 3 acquisti, anche senza Europa. Una condizione che a detta di Fassone porterebbe ad un decremento del fatturato, quindi ad un budget ridotto, per quanto riguarda le entrate. Il Milan per tornare competitivo avrebbe bisogno di spendere altri 200 milioni di euro, vale a dire suddividere tale cifra per 3/4 giocatori del valore di circa 50 milioni a testa, il costo medio di un buon giocatore al giorno d’oggi. Come si fa? Sicuramente con un paio di cessioni importanti ma comunque rimane una cifra, al momento molto difficile da raggiungere.

Sulle rassicurazioni al gruppo vedremo se tra un mese o due arriverà una conferma o una smentita. Al momento la volontà di Fassone pare quella di tranquillizzare gli animi come è giusto che sia ma Atalanta e Fiorentina sono sempre più alla finestra, ora ancor di più, dopo le parole sopra descritte.

Articolo precedente
FassoneMilan, Cda: Fassone illustra quanto emerso dal consiglio di amministrazione
Prossimo articolo
KalinicCalciomercato, Milan: Kalinic non vuole andarsene