Milan femminile: battuto il Cesena con il minimo sindacale

© foto Mg Milano 18/10/2020 - campionato di calcio serie A femminile / Milan-Inter / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Natasha Dowie

Milan femminile: la squadra di Maurizio Ganz ha battuto il Cesena 2-0, con una prestazione poco sopra la sufficienza

Il Milan femminile esce dal Centro Sportivo Romagna con tre punti, importanti per comandare il girone F di Coppa Italia. La squadra rossonera, domenica se la vedrà contro l’Orobica. Basterebbe anche un pareggio, grazie alla differenza reti rispetto al team bergamasco.

Una vittoria che per certi versi sta molto stretta. Una prestazione quella delle rossonere poco sopra la sufficienza ma tanto basta per liquidare le romagnole. Alla domanda: «Si poteva vincere con qualche gol in più di scarto?» – si, si poteva, ma è altrettanto vero che Salvatori Rinaldi e compagne si sono divorate più di un’occasione sotto porta, poi anche la sfortuna ha voluto ringraziare questa bella giornata di sole per strozzare l’esultanza prima di Dowie (palo) poi di Kulis (traversa).

Insomma, 0-2 è un risultato inaspettato ma non bisogna togliere assolutamente i meriti di un ottimo Cesena, capace di tenere botta al Milan femminile per quasi 30 minuti. Bravo Roberto Rossi, tecnico delle bianconere, a preparare una sorta di saracinesca in mezzo al campo, finché è durata.

Ad ogni modo, ci sono tre buoni motivi per sorridere: il primo è che le rossonere hanno conquistato l’ottava vittoria su nove sfide; il secondo è il primo gol in maglia milanista di Spinelli, che sta acquisendo consapevolezza nei propri mezzi, regalando a Ganz una buona soluzione in panchina (sta a lei conquistarsi un posto da titolare); il terzo è Valentina Giacinti (ottavo gol stagionale), una macchina incandescente.