Mazzarri e Belotti ai ferri corti, il Milan osserva

© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Belotti avrà un confronto con Walter Mazzari per alcuni chiarimenti. Il centravanti sembra ormai destinato a lasciare Torino (a prezzi ragionevoli)

La stagione di Andrea Belotti è iniziata male e potrebbe finire peggio. Il centravanti del Torino a causa degli infortuni e dello scarso rendimento non sta incidendo sulla stagione dei granata. La mancata cessione in estate e la richiesta stratosferica di Urbano Cairo per il proprio gioiello hanno fatto perdere gli stimoli al capitano torinista. Intanto, in arrivo ci sono altre nubi sul futuro del bomber ex Palermo: nei prossimi giorni dovrebbe esserci un confronto a tu per tu tra l’attaccante e mister Mazzarri.

DICHIARAZIONI – Il motivo della discordia sarebb imputabile alle dichiarazioni di Belotti sul proprio futuro: il giocatore avrebbe la pretesa della titolarità, che sia in un big o nell ostesso Toro. Mazzarri non avrebbe apprezzato queste parole principalmente perché sono giunte dal ritiro della Nazionale e perché suonano come una pretesa da “prima donna” anche all’interno dello spogliatotio granata.

Ad aggravare la situazione interna del gruppo di Mazzari vanno aggiunte le quattro sconfitte consecutive nelle ultime sfide che hanno fatto crollare la già deficitaria classifica del Toro. Il Milan osserva l’evolversi della situazione anche perché il prezzo del bomber è in picchiata. Solo un anno fa Cairo chiedeva 100 milioni (senza che nessuna squadra fosse disposto a pagare quella cifra) ma oggi il valore del giocatore non può essere superiore ai 45 milioni. Un’eventuale cessione di Nikola Kalinic (o addirittura André Silva o Bacca) potrebbe portare Belotti a Milanello.