Leonardo critica Conti: grazie Leo, ma abbiamo già un allenatore

leonardo milan inter difficoltà
© foto www.imagephotoagency.it

Continuano le critiche di Leonardo al Milan. L’ex calciatore, dopo le uscite delle ultime settimane sui rossoneri, ora attacca Andrea Conti

La squadra di Vincenzo Montella viene assalita dalle critiche da destra e sinistra. Gli sfottò degli avversari, più che comprensibili, le opionioni disfattiste di sedicenti opinionisti, gli attacchi degli invidiosi. Ora le stilettate colpiscono anche i rossoneri che fino ad ora hanno dimostrato sempre impegno e qualità. L’ultima uscita di Leonardo (totalmente gratuita e non petita), questa volta ai microfoni di Sky Sport, è rivolta ad un giocatore che non era nemmeno in campo contro la Lazio: «In Italia non ci sono più terzini che sanno di tattica. Conti ad esempio è uno di questi, pensa solo a giocare e non sa di tattica». Che il giocatore ex Atalanta non sia un gigante a livello difensivo lo sanno tutti. Lo sa anche Vincenzo Montella che lo ha voluto fortemente al Milan. L’idea è proprio quella di avere un terzino di spinta, quasi un’ala, che possa essere un attaccante aggiunto in alcune situazioni di gioco. Sarà necessario sicuramente trovare l’equilibrio giusto; sarà necessario che Conti faccia più attenzione dietro. Ma gli allenatori servono proprio a questo. Dovrebbe saperlo bene lo stesso Leonardo che l’allenatore lo ha fatto per qualche tempo con risultati disastrosi. Il 4-2-fantasia, un po’ carioca, un po’ sconsiderato, ci fa venire in mente i 4 schiaffi presi all’Old Trafford contro il Manchester United dal Milan leonardiano nel 2010. In quella partita, con risultato ancora in bilico, l’ingresso di Seedorf al posto di Bonera fece iniziare la disfatta. Poi ci fu l’idea geniale di inserire Beckham nel ruolo di terzino al posto di Abate. Deluso dai colori rossoneri Leonardo passò all’Inter. Ma nel 2011 gli schiaffi li prese comunque nel famoso derby vinto per 3 a 0 da Pato e compagni che spalancò le porte per lo scudetto ai rossoneri.

Articolo precedente
kessieCalabria, Kessié, Bonucci: errori perdonati, ora voltiamo pagina
Prossimo articolo
san siroAbbonamento San Siro e Derby: comunicati ufficiali