Leao: «Orgoglioso di essere al Milan. Ibra mi da preziosi consigli»

Rafael Leao
© foto Rafael Leao, arrivato in estate dal Lille

Rafael Leao ha parlato della propria esperienza al Milan e del rapporto con Zlatan Ibrahimovic, sua chioccia in rossonero

Rafael Leao, giovanissimo attaccante del Milan arrivato in estate dal Lille, ha parlato della propria esperienza in rossonero in un’intervista a Calcio 2000: «Onestamente, all’inizio non ci ho creduto. Poi però, quando ho parlato con Maldini, una leggenda rossonera e del calcio mondiale, che ha vinto tantissimi titoli, ero felicissimo. Incredibile aver ricevuto la chiamata del Milan, è stato un altro di quei momenti che non scorderò mai. Come mi trovo? Benissimo. Sono orgoglioso di far parte di questa squadra e di poter giocare con questi colori. Sono felice e grato al Milan che ha puntato su di me».

SUI COMPAGNI: «In tanti mi sono stati vicini. Mi sono trovato bene con Bennacer, Paquetà, Kessiè e Calhanoglu che mi hanno aiutato e mi aiutato tutt’ora. Poi, sicuramente, anche Ibra. Da quando è arrivato, mi dà preziosi consigli».

 SU IBRAHIMOVIC: «So perfettamente che mi vuole aiutare a crescere e migliorare. Sono sicuro che, ascoltando i suoi consigli, farò sempre meglio. Potermi allenare con lui tutti i giorni è un grande vantaggio».

SU PIOLI: «Mi sprona soprattutto sull’aspetto difensivo del mio gioco e credo che i risultati comincino a vedersi. Ogni giorno lavoro proprio per migliorare alcuni aspetti del mio gioco. La fase difensiva è molto importante per un attaccante nel calcio d’oggi».

SUGLI OBIETTIVI COL MILAN: «Beh, sarebbe fantastico riuscire a vincere lo Scudetto e poi magari portare a casa anche la Champions League…»