Connettiti con noi

News

Le scommesse sulla Premier League possono ripartire! A giugno riprende il campionato, ma i club si spiano durante gli allenamenti

Pubblicato

su

pallone

Il campionato inglese di calcio è pronto a ripartire dopo lo stop forzato di marzo a causa della pandemia. Zero positivi tra staff e giocatori dagli ultimi test, ma i club non si fidano e si spiano durante gli allenamenti.

Anche il campionato di calcio inglese sta per tornare a vivere dopo lo stop a causa della pandemia da Coronavirus. Il premier Boris Johnson ha confermato la ripartenza a giugno e la Lega ha già organizzato le prossime partite con attenzione. Le scommesse sulla Premier League sono aperte anche online su www.migliorsitoscommesse.net ma le regole per giocare sono chiare: la Lega ha imposto rigide norme di sicurezza anche durante gli allenamenti ed si eseguiranno i testi su tutti i club per garantire la salute ed evitare il contagio tra squadre. Ecco quali sono i risultati dei tamponi, quando la premier ricomincerà a giocare e cosa si dice dei club inglesi!

I risultati dei tamponi sulla Premier League

Inizialmente i risultati dei tamponi di staff, tecnici e giocatori non sembravano per niente positivi. Dai primi controlli erano infatti emersi in tutto 12 positivi al Covid-19, notizia che ha allarmato le squadre, imposto l’isolamento per almeno 7 giorni dei contagiati e lo slittamento della ripresa dal 12 al 17 giugno.

I controlli obbligatori sono riusciti ad arginare tempestivamente una possibile seconda ondata nell’ambiente del calcio inglese. Dalla prima tornata di test di metà maggio (748 tamponi) sono stati isolati i primi 6 positivi, nella seconda tranche ne sono stati isolati 2 e nella terza altri 4. Gli ultimi dati di fine maggio contano 0 positivi e 1130 tamponi fatti e non saranno certi gli ultimi, infatti i test non mancheranno per tutto il resto del campionato.

I club inglesi si spiano

La paura di fare qualche passo falso ed essere contagiati è ancora molto altra tra i 20 club di calcio inglesi, tanto che inizialmente tecnici e calciatori non erano sicuri di voler riprendere con gli allenamenti di squadra e il campionato. Adesso tuttavia tutti si sono decisi, sono riprese le sessioni in campi vuoti e si sono anche già giocate amichevoli di allenamento a porte chiuse ma il sogno è quello di tornare presto a giocare con il pubblico e anche in Italia si spera di riaprire gli stadi almeno a fine stagione.

Tuttavia la paura del virus rimane e a dimostrarlo sono le ultime indiscrezioni del Daily Mail. Pare infatti che alcuni funzionari dei club stiano esaminando attentamente le sessioni di allenamento di ciascuna squadra per assicurarsi che le norme di distanziamento e anti assembramento vengano eseguite alla lettera e pronti a denunciare qualsiasi comportamento non conforme e pericoloso per la salute e la buona ripresa dell’intero campionato. Dal tabloid pare anche che i manager delle squadre abbiano assoldato il personale per controllare regolarmente i social degli altri team e studiare le foto delle sessioni.

Quando riprende la Premier

La ripartenza della Premier League è confermata al 17 giugno, primi a giocare dopo lo stop di marzo saranno l’Aston Villa-Sheffield United e Manchester City-Arsenal.

Il Manchester City ha tanto da perdere e molto da guadagnare e farebbe bene a ricominciare a giocare con il botto: secondo la classifica parziale del campionato infatti è con il fiato sul collo alla prima in classifica, il Liverpool, con un unico punto che li separa dalla vittoria. Tutto è ancora da scrivere, le gare alle spalle sono relativamente poche se si pensa che per chiudere la Premier mancano ancora ben 92 partite!

Advertisement