Lazio-Milan, gli occhi dei dirigenti rossoneri non solo sulla partita

© foto @premiumsport

Una gara intera più i tempi supplementari per osservare da vicino un talento straordinario che ormai non passa più inosservato, tanto meno ai dirigenti del Milan

120 minuti giocati alla grande ed una delusione che passerà in fretta quando arriverà il prossimo maxi-contratto milionario da una grandissima del calcio europeo. Parliamo di Milinkovic-Savic, l’uomo in più di Inzaghi che Mercoledì non ha saputo fare la differenza in termini di goal (ha sbagliato anche il rigore) ma che è riuscito a far divertire e sognare i propri tifosi sugli spalti. I dirigenti del Milan invece lo hanno seguito e subito dopo si sono fatti due conti, sempre rimanendo in tema di sogni. Si perchè Lotito vuole 100 milioni di euro, a fronte dei 60 che la Juventus si appresterebbe ad offrire per il giocatore serbo. Il centrocampista classe 1995 farebbe proprio al caso rossonero, abile sia come centrale che come esterno e  potrebbe dunque ricoprire la posizione ora occupata da Biglia, Montolivo e saltuariamente Locatelli. Certo parliamo di una cifra notevole e le trattative tra club dello spesso paese non sono mai semplici (vedi Belotti) soprattutto quando si tratta di talenti di questa portata. Per il giocatore c’è una lista di pretendenti suddivise tra Real Madrid, Psg, Chelsea e Barcellona, insomma per citarne qualcuna “a caso”. Tornando al Milan, se si può sognare di vincere l’Europa League e di tornare in Champions allora lo si può fare anche per un giocatore di questa portata, nonostante la cifra da notti insonni.

La Lazio lo acquista e lo ufficializza il 6 Agosto del 2015 per una cifra intorno ai 10 milioni di euro.  L’esordio arriva il 18 agosto successivo in occasione del preliminare di Champions vinto, per 1-0, contro i il Bayer Leverkusen. Il 22 agosto gioca la sua prima partita in Serie A, in occasione della prima di campionato vinta, per 2-1, contro il Bologna. La sua prima rete con la Lazio arriva in Europa League, il 17 settembre contro il Dnipro. Il primo goal in Serie A arriva invece il 9 Gennaio 2016 a Firenze in Fiorentina-Lazio 1-3. Il 17 maggio 2017 perde la finale di Coppa Italia, la Juventus vincerà 2-0. Conclude la stagione con 39 presenze e 7 reti messe a segno. Il 13 agosto 2017 vince la Supercoppa italiana battendo la Juventus per 3-2 all’Olimpico.

Articolo precedente
BonucciMilan, Bonucci a tutto tondo: in primis il Derby ed una convinzione molto particolare
Prossimo articolo
Stampa RassegnaLa rassegna stampa del 3 marzo 2018