Connettiti con noi

News

L’almanacco del calcio, nasce Paolo Maldini: l’uomo che vinse più di Juve e Inter messe assieme

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Almanacco del Calcio, 26 giugno 1968: nasce Paolo Maldini, l’uomo dei record. Ecco tutte le curiosità riguardo la carriera del numero 3 del Milan

Il 26 giugno 1968 nasce, all’interno di una famiglia già leggendaria, una pietra miliare del calcio mondiale: Paolo Maldini, capitano del Milan per oltre 13 anni e per 8 della Nazionale italiana di calcio. Con la maglia del Diavolo Paolo Maldini ha sollevato 27 trofei tra cui 7 Scudetti, 5 Coppe dei Campioni, altrettante Supercoppe Uefa e tre Mondiali per club (Supercoppa intercontinentale) di fatto superando il bottino fuori dalle mura italiche di Inter e Juventus messe assieme. Una vera icona del calcio moderno celebrato persino da attuali leggende come Pep Guardiola e Carles Puyol che gli dedicarono la prima vittoria europea col Barcellona. Volto di punta di oltre un ventennio di Milan, Paolo Maldini è stato anche protagonista sfortunato con la maglia della Nazionale con cui ha ottenuto il Record assoluto di minuti giocati ai Mondiali: 2.216.

Oltre al record con la maglia azzurra Paolo Maldini ha anche riscritto le cifre del calcio realizzando il record di presenze nel Milan: 902 (139 in Coppa dei Campioni/Champions League). Appartiene a lui inoltre l’attuale record di presenze in Serie A: 647 (tutte con la stessa squadra), così come quello del numero di stagioni disputate: 25. Suo anche il record di finali di Coppa dei Campioni/Champions League disputate (8) ma anche il fregio di aver segnato il gol più veloce e “anziano” nella storia delle Finali di Champions League nella sfortunata notte di Instanbul dopo appena 51,20 secondi a 36 e 334 giorni. L’ultima cifra che va a culminare la straordinaria carriera di un atleta dalle qualità mirabolanti è il 3: maglia da sempre indossata e che è stata ritirata dal Milan proprio in onore del più grande di tutti: Paolo Maldini che oggi compie 50 anni. 

Oggi il futuro di Paolo Maldini potrebbe clamorosamente rientrare in quel di Milanello in veste di dirigente, non è infatti un mistero che il suo nome continui a filtrare negli uffici di Casa Milan e da New York fanno sapere che Commisso, che ieri ha ufficializzato l’offerta d’acquisto, non disdegnerebbe di vedere un’icona come la bandiera milanista nei piani alti di via Aldo Rossi. Nella sua lunghissima carriera ricca di trofei Paolo Maldini ha collezionato 647 presenze in Serie A, record assoluto, con 29 gol realizzati.

Advertisement

Facebook

Advertisement