Kalinic, ultima occasione: cambio di rotta oppure sul mercato già in estate

Kalinic Gattuso
© foto nella foto: Nikola Kalinic

Serve un cambio di passo per Nikola Kalinic, Cutrone ed Andrè Silva vanno a mille, è necessario dunque un cambio imminente oppure sarà mercato

Soltanto 4 goal in 30 presenze rossonere, nessun motivo di vanto dunque per Nikola Kalinic che ad oggi non rientrerebbe più tra le preferenze di Gattuso, visto l’andamento di Cutrone ed Andrè Silva. Un andamento che nelle ultime due partite è valso 6 punti, cosa che addirittura potrebbe far propendere per un cambio di modulo, ovvero passare alle 2 punte, esperimento che in passato non ha fatto vedere grandi cose. Oggi però il Milan ha tutt’altra faccia, d’ora in avanti sarà dura tenere in panchina Cutrone o Andrè Silva, se potessero giocare insieme e fare tanti goal realizzerebbero il sogno di ogni tifoso, a quel punto bisognerebbe però sacrificare qualcuno come Calhanoglu, ovvero arretrarlo sulla linea mediana di centrocampo insieme a Biglia, con Bonaventura e Kessie esterni. Un esperimento provato recentemente con l’Arsenal. Kalinic? Il giocatore croato sembra essere finito ai margini del progetto rossonero e per questo motivo il suo futuro al Milan è in forte dubbio: secondo quanto riportato da  Tuttosport, nel caso in cui anche nelle prossime settimane le prestazioni dovessero rimanere tali rischierebbe di finire sul mercato già dalla prossima estate.

Kalinic è in prestito al Milan con obbligo di riscatto. Tra il giocatore e la società rossonera vige un contratto fino al 2021, nel caso in cui il Milan decidesse di venderlo, dovrebbe comunque pagare il riscatto alla Fiorentina. In ogni caso avrebbe tempo due anni per saldare con la Viola.  Per la cessione tornano in voga Germania e Cina, magari non alle cifre proposte qualche tempo fa. Per Kalinic dalla Cina, prima che intervenisse il Milan, si parlava di una proposta da 50 milioni di euro alla Viola e 10 milioni di euro stagionali al giocatore. Altri tempi, altre occasioni.

Articolo precedente
Juventus-Milan, Allegri perde i pezzi: dopo Chiellini si ferma anche Alex Sandro
Prossimo articolo
Mino RaiolaMilan, Raiola: «Spero che l’anno prossimo giochi Reina»