Conferenza Pioli: «Serve un Paquetà più incisivo. Domani qualche rientro»

Pioli
© foto Stefano Pioli, tecnico del Milan

Conferenza Pioli: ecco le parole del tecnico rossonero direttamente da Milanello a poche ore da Brescia-Milan di campionato

Conferenza Pioli, le parole del tecnico rossonero direttamente da Milanello a poche ore da Brescia-Milan di campionato. Ecco il report in diretta: «Se i numeri dicono questo non mentono mai. La nostra interpretazione nelle gare esterne è sempre giusta, quella di una squadra che vuole vincere. Non abbiamo fatto ancora niente, siamo contenti di quanto fatto nelle ultime gare ma restiamo concentrati sulle prossime gare».

Brescia –«Senza Balotelli il Brescia perde qualità ma troverà sicuramente ancora più dinamismo e corsa, ci aspettiamo un avversario determinato ed aggressivo. Ma anche noi abbiamo obiettivi importanti da raggiungere: vincere la partita».

Classifica –«Non è il momento questo di pensare a dove saremo il 24 maggio. Teniamo la testa sul manubrio, lavoriamo per crescere cercando di rafforzare tutte le cose positive di quest’ultimo periodo. La classifica è appena e resterà appesa fino al 24 maggio. Noi non lavoriamo per pettinare le bambole».

Castillejo – «La frase di Castillejo deve essere uno stimolo per noi. E’ vero che abbiamo affrontato momenti difficili e ce lo dobbiamo ricordare sempre». 

Tonali –«E’ un giocatore con grandissime qualità e prospettive, va tenuto seriamente in considerazione nella partita di domani».  

Effetto Ibra –«E’ un valore aggiunto per la posizione che ha in campo e lo spessore e la presenza che mette dentro la partita e in quello che facciamo a Milanello. Parliamo di un campione che è tra i migliori al mondo, mi aspettavo tanto da lui ed è stato molto intelligente entrando nel gruppo con sana curiosità». 

Svolta tattica –«Credo che l’importante sia che le vittorie arrivino dopo buone prestazioni. Stiamo facendo tante cose positive e ora abbiamo bisogno di ottenere continuità».

Rebic titolare –«Ora ho tanti giocatori che stanno bene, domani ci sarà qualche rientro ma lui se la gioca come gli altri». 

Paquetà – «Alla fine del mercato mancano ancora 8-9 giorni, tutti i giocatori sono molto disponibili e come tutti vuole sempre giocare. Sa però che lavorando bene avrà anche il suo spazio. Secondo me Paquetà deve avere la convinzione di essere un giocatore completo anche in quantità, ma per la sua qualità deve ancora essere più incisivo e concreto». 

L’atteggiamento – «Quando lavori con convinzione anche subendo talvolta le scelte dell’allenatore succede che quando vieni chiamato in causa farai bene. L’ha sempre fatto ma io in campo devo sceglierne 11 e chi non gioca non può permettersi contraccolpi psicologici a questi livelli. Se vogliamo migliorare, l’atteggiamento giusto è lavorare duro. Chi lo farà giocherà, altrimenti occorrerà che io faccia altre scelte». 

Questo sarà il girone di ritorno di? –«Del Milan, non c’è un giocatore che vince o perde le partite da solo». 

Suso –«Lui si sta allenando benissimo, è disponibile per giocare». 

Calciomercato – «Non sono io a dare aggiornamenti. Rodriguez ha avuto un piccolo risentimento fisico ma se oggi starà bene dovrebbe essere convocato per domani».