Conferenza Pioli: «Leao domani titolare, Ibrahimovic? Spero resti al Milan»

Pioli
© foto Stefano Pioli, tecnico del Milan

Conferenza Pioli: ecco le parole del tecnico rossonero alla vigilia di Milan-Cagliari, match valido per l’ultima giornata di Serie A

Dopo la straripante vittoria contro la Sampdoria, Stefano Pioli, con la ormai sesta posizione aritmetica, vorrebbe chiudere il campionato quanto meno con 66 punti, che sarebbe il secondo miglior risultato rispetto alle ultime sette stagioni, oltre a rimanere di conseguenza imbattuto in questo post lockdown. Ecco le parole del tecnico rossonero

SUL MOMENTO ROSSONERO E LA PROSSIMA STAGIONE – «Avremo poco tempo per preparare la prossima stagione. Abbiamo lavorato molto per avere questa continuità. Quest’anno deve darci il via per la prossima annata. Devo ringraziare il mio staff per quanto fatto di buono in questa stagione. Milanello è fatto di senso di appartenenza, professionalità e passione, tutti ingredienti fondamentali per la buona riuscita. Creare una mentalità vincente è stata la base per il futuro».

SUI RINGRAZIAMENTI – «Ci tengo a ringraziare il mio staff, che mi ha aiutato tantissimo nel lavoro che è stato fatto. E ringrazio soprattutto a quelle persone che non si vedono la domenica ma che ci aiutano a ottenere i risultati».

SU MILAN-CAGLIARI – «Andrà in campo il miglior Milan. Vedremo se sarà simile a quello visto contro la Sampdoria. Giocherà Leao dall’inizio. Tutti i giocatori si sono fatti trovare pronti in ogni situazione. L’unione di questo gruppo si è costruito in poco tempo. Siamo una famiglia e non lo abbiamo dimostrato solo nella cena di ieri sera»

SU KESSIE, CALHANOGLU E REBIC – «Tanti giocatori si sono trasformati, sapevo che questa squadra poteva fare il salto di qualità. È un team giovane ma allo stesso tempo di enorme potenziale».

SUL FUTURO – «Io mi fido di tutto quello che dicono i giocatori. Il Milan deve lottare per arrivare in Champions. Se i giocatori pensano che possiamo arrivare più in alto in classifica, allora sono sicuro che nella prossima stagione avremo un passo più elevato. 41 punti nel girone di ritorno? Abbiamo fatto un cammino eccellente. Vogliamo fare altri punti».

SULLA PRIMAVERA – «Penso che ci sono diversi giocatori giovani di enorme qualità nel nostro settore giovanile. Se ci sarà occasione, posso inserirli durante qualsiasi partita».

SU IBRAHIMOVIC – «Spero che domani non sia l’ultima gara di Ibra con la maglia del Milan».

SUL SALUTO AI TIFOSI – «Un saluto a tutti i tifosi del Milan e un saluto a tutti i tifosi che ci hanno seguito il Milan allo stadio. Ci è dispiaciuto molto non condividere questo finale di stagione con loro. Con loro sono sicuro che saremo ancora più forti e mi auguro di vederli il prima possibile. Se siamo stati forti senza di loro, con i tifosi lo saremo ancora di più».