Conferenza Pioli: «Donnarumma? La volontà del club è chiara. Ibra ci sarà se…»

Pioli
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza Pioli: ecco le parole del tecnico rossonero alla vigilia di Spal-Milan, in programma domani sera a Ferrara

Stefano Pioli intervenuto in conferenza stampa a Milanello alla vigilia del match tra Milan e Spal a Ferrara,  ha così parlato riguardo alle condizioni di Zlatan: «Ibrahimovic? Psicologicamente sta bene, come sempre perchè è un leone. Ieri ha fatto un buon allenamento, se stasera farà un altro buon allenamento e mi darà l’ok allora posso convocarlo per Ferrara».

DONNARUMMA«E’ tra i primi 2-3 portieri al mondo e sta crescendo tantissimo. Io ho fatto il difensore e so cosa vuol dire avere alle spalle un portiere che ti sprona e ti dà indicazione. Rinnovo? Credo che Maldini abbia già spiegato la volontà del club. Gigio lo vedo molto sereno e determinato. Per l’atteggiamento che dimostra a Milanello io lo vedo nel Milan anche in futuro». 

SAELEMAEKERS – «Mi piace molto come sta in campo e mi piace la sua duttilità. È dinamico e tecnico, ma deve provare ad essere più lucido e meno frenetico. Ha tempo per migliorare».

REBIC – «Quello spezzone di gara a Cagliari mi ha convinto che lui potesse fare molto bene, poi certo non pensavo facesse tutti quei gol. Ma Ante ci ha messo del suo per ritagliarsi uno spazio importante. Non ha mollato nonostante giocasse poco e ha ottenuto i risultati».

CALHANOGLU – «Credo che sia un grandissimo giocatore e lo sto stimolando perché ha la qualità per fare quello che sta facendo. Si sa muovere, ha qualità, conclusione, è generoso. E’ arrivato il momento per essere un top. Per me lo è in tutto quello che fa».

TURNOVER – «Sarà normale fare dei cambi. Non posso pensare che giochino sempre gli stessi 11. Siamo stati bravi a sfruttare i giorni in più di riposo, ma ora comincerà un periodo che giocheremo molto più spesso».

MEDIA PUNTI – «Con due punti a partita è un’ottima media. Abbiamo ripreso il campionato da doveva avevamo smesso con buone prestazioni senza però ottenere grandi risultati. Ora abbiamo invertito la rotta, ma ci sono fattori diversi come giocare così spesso. Pensiamo alla gara di domani e partita per partita. Domani la SPAL arriva da due sconfitte di misura ma con prestazioni buone».