Connettiti con noi

News

Conferenza Gazidis, Maldini e Massara: le parole della dirigenza

Mario Labate

Pubblicato

su

Massara Maldini Gazidis

Conferenza Gazidis, Maldini e Massara: ecco le parole della dirigenza da Milanello nel primo giorno di allenamento effettivo del Milan

Conferenza Gazidis, Maldini e Massara: le parole della dirigenza rossonera al completo da Milanello nel giorno della ripresa degli allenamenti in gruppo del Milan.

Conferenza Gazidis

CORONAVIRUS E RITORNO AL CALCIO GIOCATO – «Siamo molto felice di essere qui e di ritornare a vivere la nuova stagione. Il Covid come fenomeno è stata una sfida molto importante per tutti noi, compreso il calcio italiano e le nostre famiglie. I nostri giocatori hanno avuto e avranno un ruolo importante per permetterci di compiere questo percorso verso la normalità. La priorità massima è quella di mantenere la massima attenzione e sicurezza per tutti quelli che lavorano e tifano per il Milan: la nostra speranza è di poter riabbracciare il nostro pubblico quanto prima».

CALCIOMERCATO – «Abbiamo una squadra giovane. Il nostro obiettivo è agire e lavorare in continuità generando un ambiente giusto che possa proseguire questo percorso di crescita. Con Paolo e Ricky abbiamo in ballo una grande sfida restando allo stesso tempo all’interno di un contesto finanziariamente sostenibile e sana. Il nuovo stadio è una componente fondamentale nel nostro percorso, stiamo lavorando continuamente per centrare questo obiettivo»

IBRAHIMOVIC – «Ibra ha giocato un ruolo importante sin dal suo arrivo e vorremmo che continui a farlo. Sotto questo punto di vista stiamo facendo tutto il possibile perché questa trattativa si chiuda positivamente, mi sento molto ottimista».

CRESCITA DEL MARCHIO – «Vorrei fornire una visione ampia per quanto riguarda le attività del club che hanno comunque al proprio centro la squadra. Abbiamo registrato dei concreti passi avanti sia sul fronte stadio che su quello commerciale. Stiamo puntando su giovani di talento perché il club ha le strutture adeguate per la crescita tecnica dei talenti. Dobbiamo stare molto attenti a fare le cose giuste che ci hanno permesso di concludere la scorsa stagione così bene. Lo scorso mercato è un esempio: abbiamo fatto acquisti di un determinato standard che, crescendo in corso d’opera, ci ha permesso di migliorare la squadra. Non abbiamo degli obiettivi specifici per quanto riguarda la prossima stagione, vogliamo continuare questo percorso di crescita complessivo».

MESSAGGIO AI TIFOSI – «Avremmo voluto avervi qui tutti con noi in questo contesto molto particolare e stiamo cercando di parlarvi con molta trasparenza cercando di esservi vicini seppur lontani. Stiamo facendo un lavoro difficile e molto impegnativo che presuppone delle decisioni molto difficili, è un percorso che richiede pazienza e tempo. Abbiamo bisogno del vostro supporto, stiamo andando nella direzione giusta convinti che quanto prima potremmo rivedervi al più presto a San Siro». 

Conferenza Maldini

CALCIOMERCATO – «L’anno scorso abbiamo messo le basi per quella che deve essere la nostra idea del Milan per il futuro. Sono arrivati tra il mercato estivo ed invernale nove giocatori, quasi tutti sono stati confermati perciò la grande base è stata poggiata già l’anno scorso. Le operazioni che verranno effettuati ora saranno mirate, non vogliamo illudere i nostri tifosi perché non verranno attuati grandi colpi, come magari accadeva in passato, ma stiamo attenti ad ogni occasione di mercato cercando sempre di migliorare la squadra».

IBRAHIMOVIC«Stiamo lavorando duramente con l’entourage di Zlatan per arrivare ad un accordo. Sappiamo che già tra 20 giorni si tornerà in campo con il turno di Europa League perciò sappiamo che sarà una preparazione molto corta, la nostra idea è di riuscire a chiudere in tempi molto stretti. Piano B? Normale che ci sia, fa parte del lavoro. Ovviamente noi sappiamo e anche lui lo sa che riaverlo al Milan è la nostra priorità».

OBIETTIVI – «Credo che dovremmo agire solamente nei ruoli dove pensiamo di migliorare e per giocatori che reputiamo superiori a quelli che hanno concluso lo scorso campionato. Chi arriverà non lo farà per fare numero ma solo per migliorare le qualità complessive della squadra».

MODELLO BAYERN – «Noi sappiamo qual è la nostra strada ma il Bayern sta su un altro livello. Loro hanno fatto delle acquisizioni giuste ma anche molto care. Loro sono sicuramente un modello a livello di organizzazione ma siamo ancora distanti da quelle cifre e da quei fatturati. Ridurre il gap è sempre più difficile perché il Financial Fair Play è stata giusta per il movimento calcio ma ingiusta proprio per chi voleva accelerare i tempi per colmare la distanza con i club più floridi». 

DONNARUMMA – «C’è preoccupazione perché siamo arrivati al suo ultimo anno di contratto. Al momento ci stiamo concentrando sul rinnovo di Zlatan e poi penseremo anche a lui, ma siamo fiduciosi di poter fare delle offerte adeguate per un giocatore così importante».

CALHANOGLU«Ci vedremo con l’agente nelle prime settimane di settembre e cercheremo di trovare un accordo».

BAKAYOKO – «E’ una trattativa, lo conosciamo e apprezziamo. E’ uno dei nostri obiettivi, inutile nascondersi. Modalità da studiare, ma è uno dei nostri obiettivi». 

TIFOSI – «Il rammarico in questo bel finale di stagione è stato quello di non poterlo fare davanti ai nostri tifosi perché sarebbe stato un mix esplosivo per il nostro progetto e per la crescita dei nostri calciatori. I tifosi del Milan, e me l’hanno dimostrato sia da calciatore che in quest due anni da dirigente, sono capaci di darti qualcosa di incredibile». 

Conferenza Massara

RAFAEL LEAO – «Per il Milan è importante la crescita di ogni calciatore, abbiamo una delle squadre più giovani della Serie A. Rafael Leao è un giocatore dal talento cristallino che sin da quando è arrivato ha saputo crescere le aspettative nei suoi confronti, nel corso della stagione è maturato molto concludendo la stagione con 6 gol che sarebbero anche potuti essere di più perché ha colpito quattro pali. Ci aspettiamo che un giocatore con la sua classe possa crescere ancora e lo farà».

BENNACER E KESSIE – «Kessié e Bennacer hanno fatto vedere cose bellissime nel corso di tutta la stagione. Sono cresciuti in maniera esponenziale sia individualmente che come coppia e in questo caso devo dire che la scelta di mister Pioli di giocare con il doppio mediano ha aiutato in questo miglioramento. Il centrocampo è uno dei reparti in cui crediamo di dover intervenire sia per motivi prettamente numerici, ma anche per i tanti impegni che ci attendono nella prossima stagione. Stiamo già lavorando in tal senso e siamo convinti di poter portare nuovi giocatori a centrocampo».

AURIER«Aurier in questo momento è uno dei tanti nomi accostati al Milan. E’ un ottimo giocatore del Tottenham ma al momento non ci sono le condizioni per poter pensare a lui. Non è un obiettivo a queste condizioni».

REBIC – «Stiamo cercando di anticipare il suo acquisto. Dopo un inizio non brillante ha fatto un lavoro egregio segnando una raffica di gol e mostrando in campo prestazioni di altissimo livello».

CALABRIA«Premesso che il concetto di incedibilità nel calcio è relativo. Davide è un altro prodotto del settore giovanile, si tende a minimizzare il loro valore, ma è un calciatore affidabile e una garanzia. Non lo consideriamo sul mercato». 

POBEGA«Ha fatto benissimo e su di lui ci sono tante squadre interessate. Vedremo quanto potrà dare con noi alla prima squadra». 

BRESCIANINI, MALDINI E COLOMBO«Brescianini uscirà a giocare in prestito. Daniel Maldini e Colombo resteranno con noi». 

Advertisement