Bennacer: «Se non avessi pensato da giovane sarei finito a vendere droga»

Bennacer
© foto Milan News 24

Ismael Bennacer racconta la propria infanzia ad Arles e della vita difficile che ha dovuto affrontare evitando anche la droga

Ismael Bennacer racconta la propria infanzia ad Arles e di come il calcio gli abbia permesso di non perdersi:

«Arles è a sud della Francia, vicino a Marsiglia. Un posto caldo, in tutti i sensi. Io sono cresciuto nel quartiere di Trinquetaille, sulla riva destra del Rodano, il fiume che bagna la città. Etnie, culture, religioni diverse. E’ difficile, ci sono tanti giovani che non pensano. Se lo avessi fatto anch’io, a quest’ora forse sarei finito a vendere droga. Avevo 14 anni quando gli amici mi dicevano: vieni, Isma, andiamo a fare serata, a guardare le donne… Io no, mai. Non mi hanno mai interessato certe cose. Tornavo a casa a fare addominali, finivo l’allenamento con l’Arles e andavo a giocare a fusta…».