Connettiti con noi

Milanello

Suso, ora tocca a te: senza Higuain c’è bisogno degli straordinari

Pubblicato

su

Suso chiamato agli straordinari questa sera senza Higuain e con Cutrone molto probabilmente inserito a partita in corso

Senza Higuain e con Cutrone pronto a subentrare a partita in corsa, l’attacco sarà affidato a Fabio Borini, un attaccante si ma che da quando è al Milan ha sempre fatto l’esterno, mai la punta centrale, ha sempre giocato sulle corsie laterali e senza quella continuità necessaria a renderlo intoccabile agli occhi di chi oggi mostra qualche perplessità sulla decisione di Gattuso. Gianluca Di Marzio ha espresso la sua opinione a Sky in merito a quelle che dovrebbero essere le scelte del mister, su tutte proprio l’attacco, con Suso e Calhanoglu “obbligati” agli straordinari, almeno da quello che è il sentore di partenza: «Scommetto su Suso, senza Higuain deve toccare a lui. Non segna da più di mille minuti, deve essere la sua serata contro l’Empoli. Faccio il suo nome».

SUSO IN CRESCITA- Allo spagnolo si chiede una prestazione come quella contro l’Atalanta, due gli assist vincenti che hanno mandato in goal Higuain e Bonaventura. Ora il goal lo si chiede proprio a lui che la porta non la vede dal Febbraio scorso. Calhanoglu dalla parte opposta dovrebbe fare lo stesso, insieme poi dovrebbero cercare quantomeno di mettere Borini in una condizione tale da non sentire il peso di un ruolo del genere, decisamente lontano dalle sue corde. Speriamo che Fabio possa smentire lo scetticismo di partenza e magari portare 3 punti a Milano, in questo momento fondamentali alla sopravvivenza.

E SONO CENTO: Nelle 99 gare disputate con la maglia del Milan, Suso ha collezionato 15 gol e 29 assist, due nell’ultima gara contro l’Atalanta. Il doppio assist in un solo match è un marchio di fabbrica del talento spagnolo che è riuscito nell’impresa altre due volte contro il Verona lo scorso maggio e proprio affrontando l’Empoli nel 2016.