Redondo: «Una follia l’esperienza al Milan, ecco perché»

Redondo
© foto Fernando Redondo, arrivato al Milan il 27 luglio 2000

Redondo, ex centrocampista passato come una meteora dal Milan, ha parlato della sua fugace esperienza in rossonero

Intervistato da Marca, Redondo ha parlato della sua esperienza al Milan. Ecco le sue parole:

«Florentino aveva promesso nella sua campagna elettorale di prendere Figo. Costava molto e bisognava fare anche delle cessioni. Il Milan offriva 18 milioni per me: tanti per un calciatore di 31 anni. Il Real mi disse che avrebbe accettato di vendermi. Berlusconi in persona mi chiamò per convincermi. Arrivato al Milan mi accorsi che il sistema di allenamento era differente, con molto carico fisico e lavoro di forza. Non dissi nulla, ma ero sfinito dal punto di vista muscolare. Mi ruppi il crociato del ginocchio destro e non in due stagioni non riuscii a giocare neppure una partita. Praticamente la prima partita con la maglia rossonera la giocai circa due anni dopo il mio trasferimento: una follia».