Rassegna stampa del 16 marzo 2018

Stampa Rassegna
© foto @Twitter

La rassegna stampa dei quotidiani sportivi nazionali del 16 marzo 2018 di MilanNews24: ecco le prime pagine di Corriere dello Sport, Tuttosport e Gazzetta dello Sport

Tuttosport

«Arbitro e Gigio, ahi Milan. Regalato all’Arsenal il rigore, poi errore di Donnarumma». La prima pagina di Tuttosport parla così del 3-1 che ha permesso ai Gunners di approdare ai quarti di finale di Europa League. Potremmo parlare di un altro risultato, oggi, se l’arbitro Eriksson non avesse regalato quel rigore alla squadra di Wenger sul risultato di 1-0 per i rossoneri. Il gran goal di Calhanoglu avrebbe potuto avere una valenza enorme se solo quell’invenzione incredibile non avesse rovinato tutto. I giocatori del Milan nello spogliatoio dovranno guardarsi in faccia e cercare di superare insieme questo momento perchè non c’è tempo di fermarsi a pensare, domenica c’è il Chievo, l’occasione giusta per continuare quanto di buono fatto fino ad ora. Intanto Donnarumma continua ad altalenare ottime prestazioni a situazioni di pura incertezza come in occasione del goal del 2-1. Peccato perchè in altre situazioni era stato pronto e reattivo, salvando più volte il risultato. Gattuso è stato chiaro, non deve farsi condizionare dalle voci di mercato.

Corriere dello Sport

«Lazio da sogno, il Milan saluta. Inzaghi vince a Kiev e vola ai quarti. Papera di Gigio, altro KO con l’Arsenal». Parole diverse ma concetto quasi analogo nella prima pagina del Corriere dello Sport. La Lazio ce l’ha fatta, il 2-0 di Kiev permette alla squadra di Inzaghi di sognare in grande, il traguardo finale è lontanissimo ed ora si attende il sorteggio, dove Inzaghi incontrerà una tra Atletico Madrid, Sporting Lisbona, Olimpique Marsiglia, Lipsia, Arsenal, Salisburgo, Cska Mosca. Un sorteggio nel quale poteva rientrare anche il Milan dopo quello splendido goal di Calhanoglu, annullato da un calcio di rigore ridicolo.

Gazzetta dello Sport

La rosea fa intendere a caratteri cubitali lo stato d’animo rossonero all’indomani dello scandalo dell’Emirates. Titolo anche per la Lazio che prosegue il sogno di una stagione fino a questo punto meravigliosa. E sempre in tema di scandali arbitrali, viene da chiedersi dove sarebbe adesso la Lazio se in Italia non avesse perso tutti quei punti per errori arbitrali commessi anche con l’ausilio del Var. Certo è che con il Var il rigore per l’Arsenal sarebbe stato immediatamente annullato, ci piace pensarla così, che sarebbe stato annullato.

 

Articolo precedente
MirabelliMirabelli ‘annuncia’ il rinnovo di Gattuso e attacca l’arbitro
Prossimo articolo
Rigore ArsenalWelbeck, beccati questa pioggia di critiche: tabloid inglesi scatenati