Raiola sul ritorno di Ibra al Milan: «Disponibili a parlare, ora hanno proprietà seria»

Mino Raiola
© foto www.imagephotoagency.it

Tornato il sereno tra Raiola e il Milan tornano anche gli affari: voci sempre più insistenti spingono Ibra in rossonero e il procuratore non smentisce

Un amore mai finito, ma sempre dichiarato, anche dopo l’addio. Quello tra Ibrahimovic e il Milan è un rapporto speciale, di affetto illimitato e stima reciproca. «Certi amori non finiscono», è stato uno slogan valido per il ritorno di tanti campioni nel loro nido rossonero di appartenenza. Varrà lo stesso per Zlatan? Non si sa, ma sicuramente è un’ipotesi da tenere in considerazione. Il Milan ha bisogno a Gennaio di una punta di qualità e inoltre i rapporti con Mino Raiola sono tornati sereni dopo il definitivo cambio di proprietà. Proprio il procuratore del fuoriclasse svedese ha aperto al ritorno in rossonero in un’intervista rilasciata a Rai Sport:

«Al momento non ci sono possibilità, le conversazioni coi club non sono attuali, ma siamo disponibili a parlare. In ogni caso ora ci sono persone normali al comando del Milan, c’è una proprietà seria. Io non ho mai avuto problemi col club rossonero, perché prima il Milan non esisteva»

SULL’EVENTUALE RUOLO DI TERZA PUNTA IN ROSSONERO – «Finché Zlatan si muoverà sarà sempre una prima scelta. Nella sua carriera non ha mai chiesto una garanzia. Le garanzie si ottengono in allenamento. Bisogna capire però con quali condizioni il Milan o un’altra squadra lo vorrebbero»

SULLA TRATTATIVA CON IL MILAN – «Non c’è apertura né chiusura. Tra Ibra e Leonardo c’è un grandissimo rispetto. Zlatan ha passato momenti bellissimi al Milan e a Milano ha lasciato un pezzo del suo cuore, ma così com’è stato benissimo anche al PSG».