Connettiti con noi

HANNO DETTO

Pellegatti: «Donnarumma? Dirigenza non è scesa a compromessi»

Pubblicato

su

Intervenuto sul proprio account Youtube, Carlo Pellegatti, giornalista sportivo rossonero, ha parlato dell’ormai imminente addio di Donnarumma

Intervenuto sul proprio account Youtube, Carlo Pellegatti, giornalista sportivo rossonero, ha parlato dell’ormai imminente addio di Donnarumma conseguente alla firma di Maignan:

«Donnarumma, da ieri sera, non è più il portiere del Milan. La società ha avvisato il giocatore che Mike Maignan sta facendo le visite mediche, e come vi avevo accennato tempo fa, il primo o il secondo giorno dopo la fine del campionato sarebbe successo qualcosa di grosso. Ecco che così è stato, il Milan ha preso la decisione di lasciare andare Donnarumma. Maignan con Lloris si gioca il posto da titolare nella nazionale francese per l’imminente Europeo. È un giorno comunque triste, da una parte, perché non volevo finisse così l’avventura al Milan di un ragazzo che abbiamo applaudito e ammirato. E invece l’avventura è finita per questione economiche, del suo entourage e perché il giocatore non ha mai detto di voler rinnovare a 8 milioni, ma minimo a 10 milioni. Però è anche un giorno allegro perché arriva un portiere forte che il Milan in maniera intelligente ha bloccato da 2 mesi. Oggi possiamo contare su una società più forte. L’offerta di 8 milioni è sul tavolo di Donnarumma da 4/5 mesi, e la società ha deciso di non andare oltre una certa cifra, che non è stata accettata. L’agente ha rifiutato ogni trattativa e il Milan e andato a prendere un altro portiere, tenendo una linea e perseguendola. La dirigenza non è scesa a compromessi, per questo ne esce rafforzata».