Ora il centrocampo, l’idea di Leonardo tra Olanda e Brasile

© foto www.imagephotoagency.it

Strategia low cost di Leonardo per il centrocampo del Milan. Si guarda ai mercati esteri

Manca ancora qualcosa al Milan per poter puntare in alto. Se Andrea Conti torna e gioca come ai tempi dell’Atalanta la difesa rossonera è sistemata per dieci anni. In porta un classe ’99, due centrali giovanissimi (e già azzurri), Conti a destra e Rodriguez a sinistra.
Davanti Higuain dovrebbe risolvere i problemi dell’attacco per un paio d’anni almeno, le incognite semmai sono in altri ruoli.

CENTROCAMPO – Biglia ha deluso molto lo scordo anno e Manuel Locatelli è all’ultima chiamata se vuole fare il salto di qualità. Al centrocampo del Milan manca un regista di alta qualità, un Modric che ribalti in positivo la squadra. Kessie e Bonaventura sono molto utili e dinamici, ma è indubbio che ai rossoneri serva anche una mezzala importante.

Il compito per Leonardo è difficile: alla portata delle casse del Milan al momento c’è solo Rabiot che per quanto bravo non è un top player. I vari Vidal, Modric e Milikovic-Savic, per fare degli esempi, non andrebbero mai in una squadra fuori dalla Champions League.

ALTERNATIVE – Una soluzione presa in considerazione da Leonardo è quella di non sacrificare nessuno della rosa (Donnarumma, Suso) e puntare su due o tre giovani centrocampisti di prospettiva. L’obiettivo è indovinare almeno un campione un po’ come fece la Juventus con Pogba o la Lazio con Milikovic-Savic. In questo senso il direttore tecnico rossonero avrebbe mandato degli emissari in Olanda e Brasile, ma al momento non ci sono indiscrezioni sui nomi dei calciatori. Nei prossimi giorni giorni potrebbero esserci degli aggiornamenti in merito.

Articolo precedente
pato milanPato, che goal! L’attaccante brasiliano mostra a Leonardo una forma pazzesca
Prossimo articolo
CutroneMilan-Barcellona in streaming e diretta tv: ecco come e dove vederla