Napoli Milan, Bonera riparte da Pioli: si punta all’intesa di Ibra e Rebic

Rebic Ibrahimovic
© foto Ibrahimovic e Rebic, coppia fondamentale per il Milan di Pioli

Napoli Milan, la sfida scudetto di domenica sera al San Paolo rivedrà i protagonisti “classici” dell’attacco rossonero: Rebic e Ibrahimovic

Come scritto su CalcioNews24, il Milan domenica sera sarà chiamato ad affrontare il Napoli al San Paolo senza uno dei suoi principali condottieri Stefano Pioli. Il tecnico parmigiano, risultato positivo al Covid-19, sarà sostituito da Daniele Bonera che per l’occasione rispolvererà un “grande classico” dell’allenatore titolare: l’asse Ibrahimovic-Rebic.

SCELTA OBBLIGATA – L’infortunio di Rafael Leao ha facilitato le scelte dell’ex difensore di Parma e Milan che contro il proprio amico Gennaro Gattuso si affiderà all’acclarata sintonia tra il centravanti svedese e l’attaccante croato. Rebic e Ibrahimovic, infatti, nel corso della passata stagione hanno collezionato in tandem 21 gol e 8 assist complessivi in appena sei mesi trascorsi giocando fianco a fianco.

AFFIATAMENTO DA RITROVARE – Nel campionato 2020/21, complice il brutto infortunio al gomito di Rebic contro il Crotone, i due hanno giocato poco insieme ma domenica al San Paolo potranno rispolverare le proprie armi sfruttando la superiorità fisica di Ibrahimovic sulle palle alte e l’innato senso dell’inserimento dell’ex Eintracht capocannoniere rossonera nella passata stagione. Contro di loro due clienti non facili come Koulibaly Manolas ma la defezione di Hysaj (positivo al tampone e in precedenza titolare in 5 gare su 6) potrebbe fare la differenza.

TUTTI PER IBRA – Rebic dunque prenderà le redini della corsia sinistra nel terzetto di trequartisti posto alle spalle del centravanti svedese, ad accompagnarlo contro il Napoli ci saranno Calhanoglu Saelemaekers due altri intoccabili del Milan di Pioli che saranno confermati da Daniele Bonera al San Paolo. Dietro di loro si aggireranno Bennacer e Kessié mentre in difesa il quartetto posto davanti a Donnarumma sarà composto da un galvanizzato Calabria (fresco di esordio in Nazionale), Romagnoli, Kjaer e Theo Hernandez rimasto a Milanello perché “snobbato” da Didier Deschamps. Parte dalla panchina invece Sandro Tonali che proprio di Gattuso, suo idolo d’infanzia, porta il numero di maglia (8).