Milan, prendere Donadoni per per pensare ancora a Conte?

Antonio Conte
© foto www.imagephotoagency.it

Potrebbe essere Donadoni il nuovo tecnico rossonero, a lui poi il compito di far dimenticare definitivamente Antonio Conte

Lo chiamavano il traghettatore quando a Novembre dell’anno scorso sostituì Montella prima della “famigerata” gara con il Benevento, ad oggi Gattuso ha cancellato quel termine orribile, assolutamente svilente per l’uomo oltre che per il professionista. Un anno dopo, la situazione pare ripresentarsi, con l’attuale tecnico in bilico e Donadoni che in base a quanto riportato da Gazzetta dello sport dovrebbe essere il numero uno in lista per il cambio. Un altro “traghettatore” con la speranza che un giorno arrivi davvero Antonio Conte? Chiaro è che il giro di giostra è lo stesso, a meno che l’ex centrocampista rossonero non faccia davvero “miracoli”, in modo tale da dar via libera a Conte verso il Real Madrid, il quale lo segue “spalla a spalla” con il Milan. Tra l’altro, come più volte ribadito, a questo Milan non serve un miracolo, serve soltanto gestire al meglio le tante risorse messe a disposizione dalla società, a partire proprio da un modulo di gioco che permetta a tutti i giocatori di sfruttare a pieno le proprie potenzialità. Dunque un altro cosiddetto “traghettatore” è pronto a portare l’imbarcazione dalla parte opposta, in attesa del grande tecnico che al momento battaglia con il Chelsea per una questione puramente economica.

Conte con il Chelsea si è lasciato malissimo, il suo contratto ha una valenza in essere ancora fino a Giugno 2019, la posizione con il presidente Abramovich è ancora di stallo e certamente favorevole all’ex ct della nazionale, il quale vorrebbe i suoi 10,8 milioni di stipendio fino a fine stagione. Dunque niente sconti né trattative per una buonuscita dopo la rottura con il club e soprattutto le modalità del cambio in panchina con Sarri arrivato in piena preparazione, insomma nel momento meno opportuno. Da qui il blocco che tiene in sospeso Milan e Real Madrid, i legali del club campione d’Europa ne hanno addirittura studiato il caso, data la fretta nel risolvere la questione Lopetegui, molto più incombente rispetto a quella rossonera. Dunque la situazione Conte è la medesima, quindi per il momento si andrà avanti senza particolari scossoni e Real Madrid permettendo se ne riparlerà molto probabilmente dalla prossima stagione, nel caso in cui da qui a breve arrivi Donadoni.

Articolo precedente
DonadoniMilan, Donadoni osserverà le gare contro Betis e Sampdoria: settimana decisiva
Prossimo articolo
Milan, domani l’assemblea dei soci: un dato allarmante preoccupa l’ambiente