Milan, Morace: «Non posso lamentarmi, il campionato è ancora lungo»

© foto www.imagephotoagency.it

Prima sconfitta stagionale per il Milan femminile, contro la Fiorentina. Carolina Morace però analizza con freddezza la gara

Prima o poi doveva arrivare questo momento: Il Milan femminile subisce la prima sconfitta stagionale. Le rossonere perdono contro la Fiorentina con un pesante parziale di 4-0. Al termine della gara, Carolina Morace, allenatrice del Diavolo, ha analizzato il primo ko in campionato:

SULL’ESPULSIONE E GLI ERRORI – «È stata una buona partita fino al 34′, quando è stata espulsa Laura (Fusetti). Fino a quel momento avevamo avuto diverse occasioni da gol con Giacinti e Giugliano. Non posso lamentarmi: siamo venute qua a fare la nostra partita, ma in dieci contro undici in casa della Fiorentina non ce la puoi fare. Normale aver regalato degli spazi. Anche se in inferiorità numerica abbiamo avuto un’altra chance non concretizzata. Poi lo sfortunato errore di Korenciova, che comunque ha fatto una grande gara, ci ha tagliato le gambe. Purtroppo l’errore ci sta e quello del portiere è il più determinante, ma ha giocato molto bene e ha dato sicurezza alla squadra soprattutto nelle uscite»

A TESTA ALTA – «Malgrado una giocatrice in meno e la difesa a tre, abbiamo continuato a giocare. L’avevamo preparata in maniera diversa, con tre attaccanti e non due. Alle ragazze ho detto che il campionato è ancora lungo, abbiamo solo perso una battaglia. Preferisco perdere contro la Fiorentina che lasciare punti per strada contro squadre inferiori alla nostra. Sinceramente il nostro obiettivo non è mai stato lo scudetto, siamo un po’ le outsider del campionato. Anche oggi ci siamo espresse bene quando eravamo in undici, continuiamo sulla nostra strada. Vogliamo sempre vincere e alla fine vedremo dove arriveremo»

SULLA SOSTA E LA PROSSIMA GARA – «Vedremo come torneranno le giocatrici dopo questa pausa, gli impegni della Nazionale saranno importanti per la preparazione. Siamo tifosi della Nazionale italiana, speriamo per il momento del campionato che non tornino stanche o infortunate per poter recuperare le energie mentali e andare subito oltre a questa sconfitta».

Articolo precedente
BakayokoMilan, Bakayoko: «Possiamo battere la Juventus, Paquetà mi piace molto»
Prossimo articolo
Supercoppa Italiana, Paquetà ancora titolare?