Milan-Inter, senza Europa League si attende ora la conferma della data ufficiale

milan inter
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan saluta l’Europa League e si ributta nel campionato dove c’è ancora un Derby da giocare ed una Champions da conquistare, si attende ora conferma della data

Con l’Europa League in archivio si torna a parlare di Derby, si doveva giocare domenica 4 Marzo, poi quanto accaduto a Davide Astori lo ha fatto slittare con data da destinarsi. Il Milan il giovedì sera non avrà più impegni e dunque si torna a parlare del 3-4 Aprile, ovvero martedì e mercoledì, come riportato da Gazzetta dello Sport. In quelle due date si giocheranno anche tutte le altre gare rinviate, l’orario è previsto per le 15 (anche per il Derby) per evitare la contemporaneità delle gare di Champions. Dunque sembra palesarsi questa ipotesi per la stracittadina, previo decisione finale da parte degli organi di competenza. A breve la risposta, intanto domenica il Milan affronta il Chievo in casa dalle ore 15, l’Inter a quell’ora sarà davanti al televisore perchè avrà già giocato a Genova contro la Sampdoria ( gara in programma dalle 12:30). I punti di distanza tra le due squadre sono 5, 6 se consideriamo lo scontro diretto che al momento premia la squadra nerazzurra. Da qui in avanti, almeno fino alla giornata numero 33, l’Inter giocherà prima del Milan, una situazione che aveva suscitato le polemiche di Sarri nei confronti della Juventus. Psicologicamente cambia molto conoscere prima il risultato della partita di una diretta concorrente, condizione che magari ha inciso sul crollo del Napoli ma questo è un altro discorso.

Domenica dalle 15 il Milan saprà quanti punti potrà prendere ancora all’Inter, con il Derby che ormai si avvicina e che molto probabilmente deciderà una stagione tra le più entusiasmanti dal punti di vista dei colpi di scena.

Articolo precedente
Rigore ArsenalWelbeck, beccati questa pioggia di critiche: tabloid inglesi scatenati
Prossimo articolo
GattusoGattuso, rinnovo contrattuale: te lo meriti! Fassone e Mirabelli confermano