Connettiti con noi

News

Ibrahimovic: «Il mio futuro al Milan? Ecco come stanno le cose»

Pubblicato

su

Ibrahimovic intervistato da Massimo Ambrosini. L’attaccante del Milan ha parlato del passato, presente e futuro del Milan e non solo

Ibrahimovic e Massimo Ambrosini hanno dato vita ad una lunga e interessante intervista andata in onda venerdì sera nel corso del programma “23” prodotto da Sky Sport.

Ecco degli estratti delle parole dello svedese sul suo futuro: «Quando Pioli alla fine della scorsa stagione mi ha detto “Che vuoi fare?” io ho risposto “Basta, non continuo”. Pensavo che non avrei retto un altro anno come questi sei mesi. Pioli quel giorno mi disse “Ok ti rispetto” ma l’indomani mi ha richiamato e mi ha detto “Ieri te l’ho data vinta troppo facilmente, devi restare perché con te qui cambiamo tutto” e così sono rimasto. La sfida è bella e non voglio avere rimpianti e perciò ho detto a Mino di voler restare qui e di chiudere il rinnovo con il Milan. Il contratto non era importante».

Ibrahimovic continua: «Quando ero allo United ho pensato di smettere perché ero al Top. Pensai di entrare in un nuovo capitolo della vita con la mia famiglia. Questo lo pensai prima dell’infortunio, poi mi sono detto che avrei dovuto continuare perché senza il calcio io chi sono. Sono pronto a ritirarmi? No perché sto bene. Se ci vediamo il prossimo anno? Qui o da un’altra parte, se non dovessi portare i risultati non resterei. Mi manca la famiglia, questa è la prima volta che vado in un club senza portare anche loro con me. L’obiettivo sportivo però mi fa sentire meno la mancanza. Questo periodo con il Covid è stato complicato, Milano è ancora meglio di 10 anni fa ma poi il Covid ha resto tutto più difficile. Non ero mai stato al Duomo in otto anni? L’importante era che il Duomo vedesse me e non io il Duomo».