Higuain, debutto a Napoli da dimenticare: Gattuso dovrà aiutarlo ad essere determinante

Higuain gol
© foto www.imagephotoagency.it

Non una grande serata per Gonzalo Higuain, l’argentino si è dato un gran da fare ma senza risultato alcuno. Tanta voglia e tanta frustrazione

Una serata difficile per Gonzalo Higuain alla prima ufficiale con la maglia rossonera, il destino ha voluto che debuttasse proprio al San Paolo contro il Napoli: fischiato, insultato, deriso, l’argentino avrebbe avuto tanta voglia di rispondere con un goal, esattamente come fece nella passata stagione con la Juventus. Nessun compagno è però riuscito ad innescare la sua rabbia da trasformare in goal. Un delitto, come riporta La Gazzetta dello Sport, che aggiunge: «bisogna cucirgli il Milan addosso». Come darle torto. Con una giocata strepitosa nella ripresa, Higuain ha ricordato alla squadra cosa può dare quando ha il pallone tra i piedi. Ma è stata un’iniziativa solitaria e a testa bassa, dettata forse più dalla frustrazione che dalla lucidità. Per ora, l’argentino rimane anonimo ma ovviamente senza alcuna responsabilità. Servono strategie e uomini di qualità vicini a Gonzalo per farlo rendere al meglio.

Qualcosa su cui Gattuso dovrà lavorare e di cui il tecnico si rende perfettamente conto. A fine partita, infatti, il tecnico rossonero ha rimarcato il grande peccato commesso dai suoi: «Per noi è fondamentale, dobbiamo cercarlo molto di più». Il rientro di Calhanoglu potrà essere determinante, l’assenza dell’esterno si è sentita tantissimo, così come quella di un centrale forte in grado di unire potenza a visione di gioco veloce e soprattutto molto pratica. In questo Bakayoko rimane l’unica alternativa a Biglia, apparso ieri sera completamente fuori dagli schemi.

Articolo precedente
Milan, ora c’è la Roma: il calendario non concede tempo alle riflessioni
Prossimo articolo
Milan che disastro ma per 52 minuti hai fatto la partita perfetta