Connettiti con noi

News

Europa League, Milan con un centrocampo rivoluzionato

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

In Europa League Vincenzo Montella lancia un nuovo centrocampo. Calhanoglu torna a fare il trequartista puro dietro il doppio centravanti

Milan rivoluzionato in vista della sfida di domani sera contro l’Aek Atene. Vincenzo Montella è pronto a lanciare una formazione completamente diversa da quella vista nelel ultime uscite. Il match di Europa League sarà un nodo cruciale per i rossoneri chiamati a riscattare la cocente sconfitta contro la Juventus.

CENTROCAMPO – Il reparto che sarà rivoluzionato sarà il centrocampo. Fuori l’infortunato Lucas Biglia e dentro la coppia inedita Riccardo Montolivo e Manuel Locatelli. Sorpresa anche per quanto riguarda Hakan Calhanoglu che Montella torna ad impiegare da trequartista puro (l’ultima volta contro l’Austria Vienna), ruolo naturale dell’ex Leverkusen.

BOMBER – In avanti si ritorna al doppio centravanti con Cutrone e André Silva, mentre in difesa il capitano Leonardo Bonucci recupera il proprio posto al centro della difesa. Senza Suso Montella opterà per un 3-4-1-2 che responsabilizzerà maggiormente Calhanoglu e gli attaccanti chiamati a ritornare al gol dopo un lungo digiuno.

Ecco la probabili formazioni:

AEK (3-4-2-1): Anestis; Bakakis, Tzanetopoulos, Vranjes; Galo, Simoes, Johansson, Lopes; Ajdarevic, Lazaros; Araujo. All.Jimenez

Milan (3-4-1-2): G.Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Romagnoli; Borini, Montolivo, Locatelli, Rodriguez; Calhanoglu; André Silva, Cutrone.    All.Montella

La classifica del girone vede attualmente i rossoneri in testa con 7 punti davanti a tutti. Poco dietro a quota 5 c’è l’Aek Atene, principale rivale per la vittoria nel girone. Chiudono Rijeka e Austria Vienna, ultimi avversari del Milan nelle successive due partite. In caso di vittoria in Grecia il Milan potrebbe volare a +5 sull’Aek, chiudendo anzitempo il discorso qualificazione. Se così accadesse la squadra rossonera potrebbe concentrare tutte le forze sulla rincorsa al quarto posto, evitando un inutile dispendio di forze nel cammino europeo almeno fino a febbraio.