Connettiti con noi

Calciomercato

Crolla il Bayern, Ancelotti vicino all’addio: il Milan osserva

Pubblicato

su

Troppi problemi in casa Bayern, Ancelotti potrebbe essere sollevato dall’incarico. Se Montella fallisce, pronto Ancelotti per il Milan

Non c’è pace per Carlo Ancelotti dopo la sconfitta di ieri sera in Champions League contro il Psg. I tedeschi sono stati sconfitti 3 a 0 da Neymar e compagni in una partita dominata dagli uomini di Emery.

CRISI – Il crollo in Champions League è solo l’ultima delle figuracce dei giocatori bavaresi. In Bundesliga il Bayern ha già perso malamente contro l’Hoffenheim il 9 settembre, prima di pareggiare in casa per 2 a 2 contro il Wolfsburg. La squadra è stata superata in campionato dal Borussia Dortmund e ora insegue a 3 punti. In Europa la sconfitta di ieri ha relegato i tedeschi a seconda forza del girone: in caso di passaggio del turno ci sarà già agli ottavi uno scontro contro una big.

VERSO L’ADDIO – Carlo Ancelotti viene criticato dalla stampa tedesca anche per quanto riguarda la gestione del gruppo. Nei giorni scorsi era finito sotto attacco per non aver impedito ai propri giocatori di andare all’Oktoberfest, la celebre festa della birra a cui hanno partecipato (come ogni anno) i calciatori del Bayern. Un altro capo d’accusa riguarda il rapporto con le bandiere del club, in particolar modo Arjen Robben e Franck Ribery che in diverse occasioni hanno mostrato atteggiamenti indisponenti verso il proprio allenatore.

IL MILAN OSSERVA – Il Milan al momento conferma la fiducia a Vincenzo Montella, ma intanto cerca di tutelarsi in caso di fallimento del progetto tecnico del mister campano. Il ritorno di Ancelotti potrebbe ridare ordine all’ambiente, da troppi anni senza una guida carismatica che possa riportare il Milan in alto.