Covid-19, Tavecchio: «Il calcio non può fermarsi altrimenti collassa»

Carlo Tavecchio
© foto www.imagephotoagency.it

Tavecchio, ex presidente della Figc, ha parlato della strategia da utilizzare per salvaguardare il futuro del calcio italiano

Intervistato da Tuttomercatoweb, Antonio Tavecchio, ex presidente della Figc, ha parlato del futuro del calcio italiano dopo l’esplosione di alcuni focolai Covid-19:

«Bisogna continuare. Se cade anche il calcio, diventa tutto molto complicato, sia dal punto di vista economico che dell’intero sistema Paese. La gente non può stare senza niente: il campionato è una delle opportunità di svago più importanti per gli italiani, se dovessero togliere pure questo la situazione diventerebbe pesantissima. E poi c’è il problema economico, considerando le tantissime persone che lavorano nel mondo calcistico. A cominciare dai diritti televisivi: se si perdono anche quelli, il sistema collassa».