Coronavirus, sindaco Sala su San Siro: «ecco come cambia…» , le parole

© foto www.imagephotoagency.it

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, si è espresso riguardo il cambiamento che dovrà affrontare San Siro causa Coronavirus

«Milano ha il dovere per sé stessa e per il sistema sanitario di resistere. La guerra non è affatto finita, però permettetemi di dire che i milanesi si stanno comportando bene e di questo li ringrazio». Con questa premessa, il sindaco di Milano, Sala, ha rilasciato diverse dichiarazioni al Corriere della Sera toccando anche l’argomento San Siro.

«Da parte mia sto cominciando a pensare come sarà la ripartenza. Va fatto un piano per gli spazi di grande concentrazione, dallo stadio ai cinema. Pensiamo a San Siro. Non è solo il fatto di essere seduti uno di fianco all’altro, ma penso ai grandi assembramenti all’ingresso per i controlli. Fino a oggi sulla tutela della salute ha prevalso la sicurezza. Bisognerà cambiare. Vale per il macro come per il micro. Niente sarà come prima, ma vedremo se qualcosa diventerà meglio di prima».

Giuseppe Sala pensa dunque a varie soluzioni da adottare per ovviare al problema assembramento nei grandi spazi della città, soprattutto per ciò che concerne gli eventi sportivi allo stadio Meazza.