Capello: «Ibra? Doti professionali ed umane, stabilisce principio di emulazione»

Ibrahimovic
© foto Milano 08/11/2020 - campionato di calcio serie A / Milan-Hellas Verona / foto Image Sport nella foto: Zlatan Ibrahimovic

Capello, una lunga intervista al Corriere dello sport dove esprime il proprio pensiero in merito alla lotta scudetto e a Napoli-Milan

Capello, una lunga intervista al Corriere dello sport dove esprime il proprio pensiero in merito ad Ibra, in occasione della gara di domenica sera del San Paolo ma non solo. Il tecnico ha parlato spesso del campione svedese, come ribadito da lui stesso attraverso le parole espresse al quotidiano.

SU IBRAHIMOVIC- «Mi limito semplicemente a ripetere che siamo al cospetto di un fuoriclasse assoluto. Un gigante del calcio. Lo volli con me alla Juventus, può immaginare dunque la mia stima nell’uomo e nel calciatore. Perchè se a trentanove anni sei ancora in grado di fare la differenza in questo modo, allora alle doti professionali devi indiscutibilmente aggiungere quelle umani. Ibra è incontentabile. E questa sua natura serve anche ai suoi compagni, perchè stabilisce un principio di emulazione».