Calciomercato Milan, prossima settimana si potrebbe già chiudere per Maximin

Saint-Maximin
© foto www.imagephotoagency.it

Entro fine febbraio Leonardo e Maldini incontreranno l’entourage di Saint-Maximin e i dirigenti del Nizza: l’obiettivo è bruciare la concorrenza sul tempo

Le prossime settimane saranno cruciali per definire le sorti stagionali del Milan che continua intanto a muoversi sul fronte calciomercato. Dopo i 70 milioni complessivi spesi per portare sotto la Madonnina Paqueta e Piatek a gennaio, ora Leonardo starebbe già valutando di definire un colpo in vista della prossima stagione: Allan Saint-Maximin. Il classe ’97 nei giorni scorsi ha aperto, neanche troppo velatamente, alla possibilità di lasciare il Nizza nel prossimo futuro ammettendo di avere ambizioni ben più grandi. Il Milan, dal canto suo, vuole lavorare di astuzia orchestrando un’operazione simile a quella fatta per Paqueta cioè bruciare sul tempo la concorrenza definendo il tutto con mesi d’anticipo. Come riportato dalla stampa francese però il Nizza negli scorsi mesi avrebbe già rispedito al mittente un’offerta da 25 milioni di euro avanzata dal Borussia Dortmund, per almeno tentare di riuscire a strappare il sì del Nizza dunque il Milan deve offrire almeno 30-35 milioni.

Nella seconda metà di febbraio Leonardo incontrerà prima il procuratore del giocatore per capire se possano esserci margini di interesse, al momento confermatissimi, e poi si rivolgerà al Nizza per lavorare alla formulazione di un’offerta adeguata che possa permettere ai rossoneri di acquisire il giocatore senza svenarsi (troppo) economicamente. Come detto in passato, e come confermato da Scaroni nei giorni scorsi, tuttavia il Milan ha l’obbligo di approdare quanto meno alla prossima Champions League per poter avere maggiore cognizione riguardo la quantità di denaro spendibile all’interno della sessione di calciomercato estiva. Proprio per questo motivo, tornando al campo, le prossime sfide contro Atalanta, Empoli, Sassuolo e Chievo saranno un ottimo banco di prova per capire quanto questo Milan ha voglia di diventare grande.