Boban: «Giampaolo esonerato all’unanimità per migliorare il gioco»

Boban Maldini
© foto www.imagephotoagency.it

Zvonimir Boban ha parlato della scelta di esonerare Marco Giampaolo e del rapporto con Paolo Maldini in dirigenza

Al Festival dello Sport organizzato da La Gazzetta dello Sport, Zvonimir Boban ha commentato gli ultimi cambiamenti in Casa Milan:

«Marco è una bravissima persona ed è un dispiacere enorme. È stata una scelta presa all’unanimità, volta solo ed esclusivamente a migliorare il gioco del Milan. Se vedi che non si riesce più a spingere, allora pensi di cambiare. Voglio il bene di questo club e intendo riportarlo ai livelli del mio Milan».

Sul futuro in rossonero e sul rapporto con Giampaolo: «A Marco, appena dopo il suo arrivo a Milanello, dissi ‘spero di lasciare questa città insieme a te’, lo stesso feci con Paolo con il quale condivido l’ufficio ogni giorno. Serve tempo e lo abbiamo sempre detto, non abbiamo mai fatto proclami. Ricordo che siamo la squadra più giovane della Serie A. In ogni mestiere è così. Sappiamo cosa deve essere fatto, ma è un processo. Non si può dire ‘ci sono quei fenomeni di Paolo e Zvone, perciò vincere è obbligatorio o scontato‘».