Connettiti con noi

HANNO DETTO

Pioli a Mediaset: «A Liverpool per vincere, Ibra molto dispiaciuto»

Pubblicato

su

Stefano Pioli ha fatto il punto della situazione anche a Mediaset in vista della sfida di domani sera contro il Liverpool

Stefano Pioli, intervenuto ai microfoni di Mediaset, ha analizzato la sfida col Liverpool di domani sera in Champions:

SULLE CONDIZIONI DI IBRA: «Ha avuto un’infiammazione al tendine dopo la partita con la Lazio. Speravamo che il riposo di ieri potesse aiutarlo ma poi durante l’allenamento ha sentito che il dolore aumentava e quindi a scopo precauzionale abbiamo deciso di lasciarlo a casa perchè ci sono tante partite importanti».

SU GIROUD: «Giroud sta bene ma due settimane fermo gli hanno tolto qualcosa a livello di condizione. E’ un peccato perchè stava veramente bene a livello psico-fisico. Ora valuteremo con chi partire e poi chi subentrerà».

SULLO STATO D’ANIMO DI ZLATAN: «Ibrahimovic era dispiaciuto. Ci siamo confrontati a fine allenamento e la decisione presa era quella giusta. Ora siamo concentrati sul debutto, ci siamo preparati bene e valuteremo poi cosa riusciremo a fare in campo».

SULLA VIGILIA: «Le sensazioni sono quelle di una preparazione di un match di grande importanza. Conosciamo le qualità dei nostri avversari ma sappiamo che siamo arrivati qui attraverso le nostre idee e il nostro modo di giocare. E’ quello che dovremo fare anche domani sera con qualità e intensità per 95 minuti».

SU KLOPP: «Il confronto con Klopp sarà bello. Siamo partiti bene e sono soddisfatto di quanto stiamo facendo. Klopp è un grandissimo allenatore e ha fatto bene ovunque è stato. Sia in Germania che in Inghilterra ha fatto vedere il suo calcio. Sarà un confronto importante tra due grandi squadre e proveremo ad essere all’altezza di un avversario così forte».

SUL LIVERPOOL: «Ci troveremo di fronte a delle difficoltà perchè affronteremo un avversario ad un livello molto alto in Europa. Noi ci torniamo dopo 7 anni però dobbiamo avere l’ambizione di essere una squadra che giocherà la sua partita dall’inizio alla fine. E’ chiaro che hanno grande velocità e intensità con giocatori davanti bravi a attaccare la profondità ma anche noi abbiamo le nostre qualità. Dovremo essere bravi in termini di personalità e tecnica per trovare spazi interessanti. a Liverpool andremo per giocare da Milan e vincere».