Siviglia, Suso: «Sono venuto per restare, il Milan si è comportato molto bene»

Suso
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante del Siviglia Suso, in vista del match contro la Roma, ha parlato della sua nuova esperienza al Siviglia

Dopo aver lasciato il Milan nel mercato di gennaio, Suso sembra essere contentissimo e perfettamente ambientato nella sua nuova esperienza in Spagna, al Siviglia. Ai microfoni di Marca, l’attaccante spagnolo ha rilasciato una varia intervista. Queste alcune delle tematiche toccate:

Sul Coronavirus – «Ne stavo parlando con diversi ex-compagni di squadra del Milan. È una situazione poco conosciuta e un po ‘difficile. Ci sono persone che sanno più di noi e devono decidere»

Sul futuro – «Sono venuto per restare. Per queste cose c’è sempre tempo per parlare e discutere in estate. Ora, la cosa più importante è raggiungere il nostro obiettivo, che è quello qualificarci la Champions League e fare un’ottima Europa League»

Sul trasferimento – «Sono stato lontano da casa per molto tempo. Tornare in Spagna e tornare così vicino a casa è sempre bello. Siamo terzi in campionato e in Europa League, va bene così. Dobbiamo continuare. Sapevo che il Siviglia era un grande club. Ricordo l’anno che ho giocato qui in Spagna, all’Almeria, quando sono arrivato: ho adorato lo stadio. E i tifosi sono grandi. Penso che in generale sia tutto molto positivo. Lopetegui? Lo conosco da sempre, da tute le categorie giovanili della Spagna e mi ha fatto debuttare anche in prima squadra. Sa come gioco, sa come sono, sa cosa posso fare, dove posso dare di più, il momento in cui posso essere decisivo»

Su Monchi – «Ci ha provato più volte? Sì, ci abbiamo provato ma non c’era mai riuscito. Non erano tempi giusti. Questo lo era, e anche il Milan si è comportato molto bene».