Scaduta la clausola rescissoria di Suso: ora il Milan vuole tenerlo

Suso
© foto www.imagephotoagency.it

Da oggi la clausola rescissoria di Suso non è più valida: Gattuso ha comunicato la propria volontà di tenerlo, ora la cessione eccellente resta Gigio

Nella giornata di oggi è ufficialmente scaduta la clausola rescissoria da 38 milioni (per l’estero) che era stata inserita nel contratto di Suso al momento dell’ultimo rinnovo. L’esterno offensivo spagnolo, nonostante alcuni abboccamenti di Liverpool, Chelsea e Atletico Madrid, non ha mai ricevuto un’offerta adeguata e adesso potrebbe restare anche il prossimo anno al Milan. Gattuso infatti avrebbe annunciato al direttore sportivo Mirabelli la volontà di continuare a puntare sullo spagnolo definito arma in più del Milan nelle ultime due stagioni anche se con un’evidente flessione nella seconda metà dell’ultima. Con una preparazione atletica adeguata il tecnico rossonero è convinto di poter avere a disposizione due esterno offensivi, lo spagnolo e Calhanoglu, di primissimo livello per il campionato italiano. A confermare l’assoluta priorità di trattenere Suso è anche il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che attraverso le frequenze di Radio Kiss Kiss si è espresso con un netto «A me non risulta» riguardo alle voci di un possibile scambio con Callejon. Una mossa che dunque cancellerebbe il nome di Suso da quello dei possibili “partenti eccellenti” focalizzando l’attenzione solo sul destino di Gigio Donnarumma.

Il portiere rossonero è al momento l’unica pedina sacrificabile a disposizione del Milan per fare cassa e creare una plusvalenza senza precedenti essendo arrivato per pochi euro nel settore giovanile rossonero da minorenne. La valutazione di 70 milioni fatta dalla dirigenza milanista tuttavia non ha trovato riscontro sul calciomercato con Chelsea, Liverpool e Real molto interessati al profilo del giocatore ma non disposti a spendere tale cifra per affidargli la difesa della propria porta. La cessione di Donnarumma inoltre permetterebbe al Milan di aggiungere liquidità per l’acquisto del prossimo centravanti (Higuain il nome più caldo) visto che il ruolo di portiere è stato già coperto dall’arrivo a parametro zero di Pepe Reina.