Rafael Leao, in panchina con il Brescia: ecco quando partirà titolare

Rafael Leao
© foto www.imagephotoagency.it

Rafael Leao rappresenta in questo momento il vero “oggetto misterioso” del Milan di Giampaolo. Il portoghese tuttavia potrebbe giocare presto

Rafael Leao: ieri per il match di San Siro contro il Brescia ha fatto discutere la scelta di Giampaolo di schierare dal primo minuto André Silva tenendo in panchina Piatek insieme a Paquetà. I due protagonisti dello scorso calciomercato di gennaio sono poi subentrati permettendo al Milan di rendersi pericoloso in diverse occasioni sul finale amministrando il vantaggio senza grossi patemi.

Oltre a Piatek e Paquetà però Marco Giampaolo ha anche scelto di rimandare l’esordio a San Siro di Rafael Leao: il portoghese, sempre più oggetto misterioso del calciomercato milanista, non sembra ancora essere appieno entrato nei meccanismi proposti da Marco Giampaolo che a lui ha persino preferito il dichiaratamente cedibili André Silva e Castillejo.

Leao in panchina: ecco perché

La settimana di pausa che sta per cominciare però potrebbe permettere a Rafael Leao di lavorare con maggiore attenzione sui movimenti chiesti dal tecnico abruzzese che lo vede sia come possibile riserva di Piatek che, soprattutto, come possibile spalla del polacco. Già la terza giornata contro il Verona domenica 15 settembre potrebbe essere la data giusta per vedere Rafael Leao dal primo minuto anche considerando eventuali nuovi innesti che si potranno aggregare alla rosa milanista nelle prossime ore (Correa?).

Quando potrà partire titolare?

Giampaolo ha infatti ammesso che chi giocherà in gare ufficiale saranno sempre giocatori che lui reputerà pronti sia dal punto di vista fisico che da quello tattico senza rischiare di avere mine vaganti in mezzo al campo che possano compromettere il “sistema” rossonero. Proprio per colpa di questo “fondamentalismo” il tecnico abruzzese ha scelto di schierare ben 4 giocatori fuori ruolo nella prima gara di Udine (Castillejo, Borini, Calhanoglu e Suso) rischiandoli in posizioni sperimentali ma che potevano vantare già maggiore esperienza sotto la sua gestione.