Piatek al Milan potrebbe avere le stesse difficoltà di Higuain

piatek
© foto www.imagephotoagency.it

Piatek è un centravanti vecchia maniera bravo ad attaccare la porta ma senza il sostegno dei compagni potrebbe avere difficoltà

Gonzalo Higuain è prossimo all’addio dal Milan. L’allenatore Gennaro Gattuso durante la conferenza stampa della vigilia contro il Genoa ha confermato indirettamente che il trasferimento dell’argentino al Chelsea è ormai definito e non essendosi allenato bene in questi giorni (questa è almeno la versione del tecnico) non è stato convocato per la partita di domani. Il direttore generale Leonardo ha accelerato la trattativa per l’arrivo di Krzysztof Piatek. Il Milan potrebbe chiudere l’affare acquistandone il cartellino a titolo definitivo o attraverso un prestito oneroso con obbligo di riscatto. Nell’operazione sarebbe stato inserito anche Andrea Bertolacci mentre Alen Halilovic è stato rifiutato dal Grifone. Il giorno decisivo per il passaggio di Piatek al Milan potrebbe essere martedì. L’attaccante dovrebbe firmare per 5 anni con un ingaggio composto da una parte fissa di 1,8 milioni euro a stagione a salire a 2 milioni più bonus legati al rendimento. La sensazione è che la trattativa sia ormai prossima alla chiusura ma c’è da chiedersi se il polacco, superato poco fa al secondo posto in classifica marcatori da Zapata dell’Atalanta, possa essere un sostituto all’altezza dell’ex bianconero.

Piatek è un centravanti vecchia maniera, che attacca la porta con grande aggressività ma che è poco partecipe alla manovra della squadra. In questa prima parte di stagione ha dimostrato di avere un eccellente senso del gol ma anche di risultare spesso distratto sul campo se non servito a dovere. La mancanza di palle giocabili è stato proprio uno dei problemi principali che non hanno permesso ad Higuain di esprimersi al meglio. L’argentino ha infatti spesso giocato lontano dalla porta alla ricerca del pallone e questo ha influito negativo sul computo delle reti segnate. Piatek, ancor più del bomber nato a Brest, è statico in mezzo all’area e senza i cross che gli arrivano dalle corsie laterali potrebbe essere poco incisivo. In tal senso il ritorno di Andrea Conti, che secondo Gattuso non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, sarà certamente utile al polacco nel prossimo futuro.

Articolo precedente
HiguainSenza Higuain anche la squadra sa che il quarto posto è diventato un’impresa
Prossimo articolo
MurielSerie A, pareggiano Fiorentina e Sampdoria: il Milan può allungare