Pellegatti: «Dobbiamo prepararci a salutare Donnarumma»

Donnarumma
© foto www.imagephotoagency.it

Carlo Pellegatti ha detto la sua circa il futuro calcistico di Gigio Donnarumma, ormai sempre più lontano dal Milan

Carlo Pellegatti, figura di riferimento per quanto riguarda i colori rossoneri, ha parlato tramite il proprio account Youtube della delicata situazione riguardante Gigio Donnarumma. Il giovane portiere rossonero andrà in scadenza di contratto nel 2021 e già dalla prossima estate potrebbe lasciare il Diavolo. Queste le parole di Pellegatti a riguardo:

«Purtroppo forse potremmo essere costretti a salutare Gigio Donnarumma. Il portiere sta sfruttando questa sosta forzata per approfondire la lingua l’inglese e quindi in molti pensano che il futuro possa essere in Premier League. Un’altra destinazione potrebbe essere il Real Madrid dopo le parole del suo agente, Mino Raiola. Potrebbe essere proprio Gigio, anche se i Blancos non sono messi male con Courtois. Ma che fine farà Gigio Donnarumma? Secondo qualcuno potrebbe restare anche la prossima stagione e andare poi a scadenza di contratto, facendo risparmiare i soldi del cartellino al suo prossimo club. E’ una situazione particolare. Il Milan sembra che abbia già avuto dei contatti con il portiere che guadagna 6 milioni di euro. Per uno grande giocatore come lui è impensabile un rinnovo a cifre più basse. Gigio vuole rimanere al Milan, ma chiaramente deve essere circondato di grandi campioni, mentre Elliott sembra più propenso ad un progetto basato sui giovani. Io avrei voluto vedere Donnarumma al Milan fino al 2038 con la fascia di capitano al braccio, ma credo che sarà molto difficile. Magari il prossimo anno sarà ancora qui perchè bisogna comunque trovare una società disposta a pagare diversi milioni per un giocatore in scadenza. Vedremo cosa succederà, ma se non lo onorerà con grandi campioni, il suo destino sembra essere già scritto, cioè andare in grande club. Non rinnovare e perdere un campione come Gigio non sarebbe un bel biglietto da visita per Gazidis. Non so dove sarà il suo futuro, tutti speriamo che non sia comunque in un’altra squadra italiana, ma dobbiamo prepararci a salutarlo. Sarà un momento triste indipendentemente da chi arriverà al suo posto. Gigio è il simbolo dei grandi giocatori che nascono e rimangono nel Milan. Per tutti noi sarebbe un doppio dolore».