Connettiti con noi

News

Milan Roma 3-3, le pagelle rossonere: papera Tata, Ibra fa e disfa

Pubblicato

su

Altra doppietta dello svedese su cui pende l’errore che innesca il 3-3; malissimo Tatarusanu all’esordio, i corner penalizzano il Milan

Tre volte in vantaggio, tre volte ripreso; è la partita dei rimpianti quella del Milan che va subito in rete in entrambe le frazioni ma subisce due gol su calcio d’angolo mentre dall’altra parte non riesce a sfruttare tra il palo di Kjaer, il miracolo di Mirante e l’errore clamoroso di Romagnoli. Queste le nostre pagelle di Milan-Roma:

Tatarusanu 4,5 Buttato improvvisamente nella mischia, non giocava una partita ufficiale di club da febbraio e si è visto; la papera con cui regala il gol a Dzeko non ha scusanti.

Calabria 6,5 Altra prova convincente, sia in difesa dove riesce ad arginare Spinazzola, sia in fase propositiva.

Kjaer 6,5 Chiunque provi a transitare dalle sue parti si trova davanti un muro che intima lo stop, il palo gli nega anche la gioia del gol ma sul 3-3 Kumbulla è più lesto di lui.

Romagnoli 5 Ok la papera di Tatarusanu ma lui non può farsi saltare in testa così da Dzeko; potrebbe farsi perdonare allo scadere ma la prende con lo spigolo della fronte e la butta fuori.

Theo Hernandez 5,5 Pare che gli allenatori avversari abbiano capito come limitarlo; basta mettergli contro un esterno che lo punti e lo costringa a restare basso. Che si chiami Hakimi, Frimpong o Karsdorp il risultato non cambia.

Bennacer 6 Non è colpa sua se Giacomelli non ha mai giocato a calcio e non capisce una banale dinamica di gioco e non è nemmeno colpa sua se il VAR, per l’ennesima volta, si rivela utile solo per constatare se hai i capelli in fuorigioco.

Kessié 7 Giganteggia in mediana, prende una botta, resiste e solo un grande Mirante gli nega il gol partita.

Saelemaekers 6,5 Mille polmoni, è ovunque. Largo a destra, in mezzo, a sinistra, in copertura difensiva, a centrocampo e, come se non bastasse, anche come finalizzatore a centro area (dal 73′ Krunic 5,5 Stavolta il tocco di testa è un passaggio al portiere).

Calhanoglu 6,5 Recupero lampo per il turco che inizia guardingo ma cresce con il passare dei minuti ed ha anche l’intelligenza di capire che Giacomelli ha bisogno di compensare la follia del rigore concesso alla Roma andandosi a buttare appena Mancini lo sfiora.

Rafael Leao 7 I suoi primi 3′ (di entrambe le frazioni) sono da 8 in pagella; si eclissa un po’, come al solito, nel resto della gara (dal 73′ Castillejo 6 Cerca di mettere qualche pallone interessante in mezzo).

Ibrahimovic 7 Altra doppietta, capocannoniere del campionato però pesa anche quella svirgolata che regala il pari alla Roma.

All. Pioli 6,5 Meritava la vittoria; prende tre gol per due clamorose topiche individuali sugli sviluppi di calcio d’angolo e per un rigore su cui è meglio soprassedere; peccato perché questo Milan meritava di essere primo a punteggio pieno.

ROMA (3-4-2-1): Mirante 8; Ibanez 5, Mancini 5,5, Kumbulla 6; Karsdorp 5 (dal 66′ Bruno Peres 5,5), Veretout 6,5 (dall’86’ Villar sv), Pellegrini 6 (dal 76′ Cristante sv), Spinazzola 6; Pedro 6, Mkhitaryan 5,5; Dzeko 7. All. Fonseca.