Milan, che beffa giocarsi l’Europa contro le squadre depredate in estate

© foto www.imagephotoagency.it

Un finale beffardo per il Milan che si appresta a concorrere per l’obiettivo minimo (l’Europa League) contro Fiorentina e Atalanta due squadra a cui ha versato oltre 80 milioni complessivi in estate

In questa ennesima stagione di transizione del Milan il finale appare sempre più beffardo: dopo la Finale più umiliante della storia persa contro la Juventus mercoledì ora i rossoneri si giocheranno le ultime chance di accedere direttamente alla fase a gironi dell’Europa League disputando due scontri diretti contro Atalanta e Fiorentina. Il destino, ma soprattutto il campo, ha deciso che fossero proprio le due compagini dal quale il Milan ha prelevato tre elementi (Kessié e Conti dalla Dea, Kalinic dai gigliati) spendendo oltre 80 milioni a concorrere per l’ultimo obiettivo ponderato in estate: l’Europa League.

Con il sogno Champions archiviato da mesi, i rossoneri sono all’inizio di un ciclo che nella prossima stagione dovrà obbligatoriamente portare a risultati ben più esaltanti di un misero sesto/settimo posto ma per farlo occorrerà fare delle scelte coraggiosi in sede di mercato: la squadra giovane è un buon punto di partenza ma per giungere con serenità al traguardo adesso si dovrà elevare il livello d’esperienza internazionale in rosa come ribadito più volte sia da Gattuso che dal capitano Leonardo Bonucci.

Articolo precedente
Cutrone lacrimeMilan, non è ancora l’ora di Cutrone
Prossimo articolo
Inzaghi MilanInzaghi, cresciuto molto insieme al Venezia: pronto per tornare al Milan?