Leonardo, abilità, coraggio ed esperienza: il merito è anche suo

Maldini Leonardo
© foto www.imagephotoagency.it

Leonardo come i giocatori in campo, abile e determinato nel suo lavoro che ora merita un grande applauso per quanto visto fino ad ora

Leonardo come Piatek e Paquetà, i due gioielli scovati quasi dal nulla e portati con forza e decisione a Milano per risollevare una situazione difficile che lui stesso aveva complicato con gli arrivi di Higuain e Caldara, quest’ultimo ancora un mistero. Oggi le cose iniziano a girare, la dirigenza si prende i propri meriti anche se ancora parliamo di battaglie vinte e non di guerra, per quella ci vorrà ancora molto tempo. Giusto però esultare per un cambiamento in positivo, quando si fanno gli investimenti bisogna sottolineare il coraggio di ci ha provato e di chi lavora tutti i giorni per garantire al tecnico la squadra migliore.

GATTUSO- E proprio in merito al tecnico va dato atto a Leonardo e Maldini di aver saputo aspettare senza farsi prendere dall’ansia di un licenziamento immediato che avrebbe fatto ulteriori danni e accontentato solo qualche tifoso. Gattuso è stato a lungo sulla graticola nel mese di Dicembre soprattutto, ora si gode un po’ di serenità anche se la prossima sfida incombe già, nonostante la difficoltà ridotta di un avversario che molto probabilmente verrà a San Siro a difendersi. Prima di quella gara bisognerà vedere come risponderanno Inter, Lazio e Roma per guardare nuovamente la classifica anche se spesso viene snobbata, proprio per concentrarsi meglio solo sulla gara da giocare.

ELLIOTT E LA UEFA- Milan coperto su tutto da questo punto di vista, l’acquisto di piatek ne è la prova certa, i soldi ci sono ma secondo quanto stabilito dalla Uefa bisognerà stare attenti a come spenderli. Se le cose dovessero davvero ricominciare a girare dal verso giusto allora anche i ricavi derivanti dal Merchandising prenderebbero quota, aumentando gli introiti utili al pareggio di bilancio concordato con l’organo europeo. Se in più, acquisti due fenomeni a prezzi “dilettantistici” per i nostri tempi, allora sei davvero bravo e sicuramente da ringraziare.