Gattuso: «Piatek un cecchino, per le due punte non abbiamo ancora equilibrio»

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Gennaro Gattuso al termine della sfida vinta contro il Napoli di Carlo Ancelotti

Grande vittoria del Milan che si sbarazza del Napoli con un secco 2 a 0. Mattatore della serata Piatek che nel primo tempo confeziona una splendida doppietta. San Siro ha già dimenticato Higuain e si è innamorato del bomber polacco, autore di una prestazione sontuosa al di là delle reti (per le pagelle clicca qui). Gennaro Gattuso ha messo in campo una squadra equilibrata e molto attenta in fase difensiva: in due incontri il Napoli non è riuscito a segnare nemmeno un gol all’ottimo Donnarumma.

Intervistato a fine partita da Rai Sport, Ringhio ha così commentato il match: «I complimenti vanno tutti ai ragazzi che hanno fatto una grandissima partita. Ho visto la qualità di Piatek, di Paquetà, di Castillejo… Complimenti a tutti. Piatek? Il secondo gol se lo è inventato, siamo felici di avere con noi un cecchino come lui. Ma i complimenti vanno a tutta la squadra perché il Napoli è una grande squadra. Non sorrido? Ma io sorrido (Ride, ndr) c’è solo la tensione della partita».

Sulla crescita del gruppo: «In questo momento siamo più solidi, lavoriamo dietro la linea della palla. La squadra è cresciuta tutta, certe volte per fare gol dobbiamo fare di più ma se la squadra sta bene può fare questo ed altro».

Sul Napoli: «È una squadra che ti fa abbassare e ti mette in difficoltà, ti vengono a giocare dentro al campo e bisogna chiudere le linee. Abbiamo fatto una grandissima partita in fase difensiva. Con il Napoli serve freschezza, infatti ho cambiato i giocatori di fascia. Ho lanciato anche Laxalt che non ha fatto bene finora ed oggi la sua freschezza mi serviva».

Su Bakayoko: «È un vertice basso atipico perché ti salta e ti punta con la sua fisicità. In fase di interdizione ha imparato molto, all’inizio sbagliava attaccando sempre la zona centrale ora è più un tergicristallo e si allarga».

Sul prossimo avversario di Coppa Italia: «Non vedrò la gara di giovedì, penso alla Roma. Champions? Abbiamo sbagliato due o tre match ball, questo dobbiamo migliorarlo. La squadra deve restare umile, perché solo così possiamo andare lontano».

Su Cutrone e Piatek insieme: «In questo momento voglio una squadra equilibrata, quando abbiamo giocato con Higuain il 4-4-2 non mi è piaciuto»