Connettiti con noi

News

Conferenza Mandzukic: «Sono in forma. Giocando così vinciamo lo Scudetto»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza Mandzukic: il centravanti croato, nuovo acquisto del Milan, si presenta a tifosi e giornalisti presenti in quel di Milanello

Mario Mandzukic dopo aver cominciato ufficialmente la propria avventura al Milan è pronto a presentarsi a stampa e tifosi nella consueta conferenza stampa di presentazione a Milanello.

Mandzukic in conferenza LIVE

FORMA – «Mi sono sempre allenato duramente, se non fossi stato pronto non avrei accettato l’offerta di un club come il Milan altrimenti sarei stato a casa a guardare la tv. Potete fidarvi sul fatto che sono in un ottimo stato di forma. Sono qui per mettermi a disposizione del mister, sarà lui a decidere quando utilizzarmi anche perché la squadra sta giocando molto bene».

PAURA – «Penso che Zlatan abbia detto bene. Io e lui abbiamo tanta esperienza e sappiamo che è anche importante mettere soggezione e proteggere i compagni di squadra, serve anche questo e sono pronto».

SCUDETTO – «C’è ancora un lungo percorso da fare per arrivare a fine stagione e allo Scudetto ma se guardiamo come ha giocato il Milan sarà sempre più facile vincere le nostre partite e puntare al titolo».

ITALIANO – «Conosco molte parole di italiano ma preferisco comunicare con i tifosi in campo».

RITORNO IN SERIE A – «Sarebbe un grande successo e una grande soddisfazione. Conosciamo tutti la storia del Milan e i suoi innumerevoli successi. Vincere un titolo quest’anno sarebbe molto importante ma preferisco concentrarmi sul campo».

JUVENTUS – «Non mi preoccupo degli altri club ma solo del Milan e di me stesso, per dare il meglio alla mia squadra. Giocherò la gara contro la Juventus come qualsiasi altro match, prima della partita si è tutti amici ma al fischio d’inizio si diventa rivali. Spero di giocare con i tifosi a San Siro. Ho un grande rapporto anche con i tifosi della Juventus e gli rispetterò per sempre ma ora penso solo al Milan e spero di costruire un ottimi rapporto anche con i loro supporter».

AMBIZIONE – «E’ vero sono un ambizioso perché ho sempre lavorato tanto e duramente nel corso della mia carriera. Sono contento di essere qua, il percorso è ancora lungo ma credo che se la squadra continuerà a giocare potremmo lottare per l’obiettivo massimo».

PIOLI – «Ho parlato con il mister e mi sono messo a completa disposizione per ricoprire ogni ruolo in cui lui mi chiederà di giocare quest’anno».

STATO DI FORMA – «Per me è molto difficile menzionare una percentuale e non c’ho mai pensato. Mi sono allenamento duramente negli ultimi mesi e sono pronto per affrontare ancora altri quattro anni sicuramente. Non ho mai avuto grossi infortuni e mi sento molto in forma».

NUMERO 9 – «Ho scelto il numero 9 perché la 17, che ho tenuto per molto tempo era occupata, non mi preoccupo tanto di quello che sta scritto alle mie spalle ma al simbolo che ho sul petto».

OBIETTIVI – «Ho parlato rapidamente con Ante perché era a casa per via del Covid. Il mio obiettivo individuale è quello di farmi trovare pronto e di dare il massimo al Milan e al resto della squadra».

PRIMO CONTATTO – «Molto difficile dire ora quando sono iniziati i contatti ma sono stato felicissimo di ricevere la chiamata di Maldini e Massara perché mi sono preparato tanto per questo. La crescita del Milan era tangibile anche solo guardandolo giocare ma ora che sono arrivato ho potuto riscontrarlo in campo. In questi primi due allenamento ho respirato un’atmosfera straordinaria, ingrediente fondamentale per tornare a vincere sul campo».

CHAMPIONS O SCUDETTO – «Chi mi conosce sa bene quali sono le mie ambizioni ma sa anche che non amo parlarne. Penso a lavorare e ad agire piuttosto che parlarne».