Connettiti con noi

News

Chaka Traorè, talento rossonero in vetrina con vista sulla prima squadra

Pubblicato

su

Arrivato in estate con tanta curiosità, Chaka Traorè ha subito fatto vedere di cosa è capace in questo inizio stagione con il Milan Primavera

In una Primavera che fatica, c’è chi sta prepotentemente emergendo. Chaka Traorè è il fiore all’occhiello di questo inizio stagione della squadra di Giunti. Acquisto di prospettiva del Milan nello scorso mercato estivo, in questa stagione sta facendo capire il motivo per cui Maldini e Massara abbiano investito su di lui, classe ’04, ben 600mila euro. Una cifra pesante e che testimonia come l’ex Parma non sia un semplice rinforzo temporaneo per l’Under 19, ma un vero e proprio colpo su cui la società punta tantissimo. Un investimento comprensibile, a giudicare da ciò che il campo sta dicendo del giovane ivoriano.

Un ragazzo che, per gli addetti ai lavori del settore giovanile, non rappresenta certo un nome nuovo. Arrivato in Italia da bambino, all’età di 8 anni è stato premiato come miglior giovane del settore scolastico della FIGC. Crescerà poi nel settore giovanile del Parma arrivando fino all’esordio in prima squadra, il 21 Gennaio 2021 in Coppa Italia contro la Lazio, ed anche in Serie A, contro il Milan (ironia della sorte) il 10 Aprile 2021. Esordio che lo rende il primo ’04 a giocare nel massimo campionato italiano dove totalizzerà nel complesso 16 minuti in ben 3 apparizioni.

Numeri e record che non passano inosservati dalle parti dell’attentissima area scout rossonera, che negli ultimi giorni di mercato piazza il colpo dai ducali. Per lui spazio in Under 19 ma anche assaggi di prima squadra a Milanello, dove si allena con una certa continuità con Ibra e compagni. Per lui fin qui 2 gol e 2 assist in 276′ minuti tra Primavera 1, Coppa Italia Primavera e Youth League. In media contribuisce ad una rete ogni 69 minuti. Ma oltre ai numeri, giocate e dribbling che abbina ad una personalità da vendere. Ed anche ad un po’ di irriverenza verso gli avversari. Come quando nel match di Coppa contro il Como si mise a giochicchiare con un avversario, superandolo con un sombrero e dicendogli, dopo il fallo di quest’ultimo: «Tra poco te lo rifaccio».

L’impatto fin qui in rossonero è stato devastante. Le chance del Milan Primavera di capovolgere una stagione fin qui disgraziata passano dai suoi piedi.