Calabria: «U21? Non ho rischiato per essere pronto per il Milan, il mister è carico»

Davide Calabria
© foto www.imagephotoagency.it

Davide Calabria ha recuperato pienamente dall’infortunio ed è pronto ad iniziare una nuova stagione con il Milan

Ieri è ufficialmente iniziata la stagione 2019/2020 del Milan di Giampaolo: un nuovo allenatore, nuovi dirigenti e molti nuovi giocatori. Saranno molte le novità quest’anno e valuteremo insieme, andando avanti, se saranno positive o negative. Davide Calabria, terzino rossonero e perno per il futuro della squadra, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Milan Tv, commentando le sensazioni di questo avvio di stagione. Ecco le parole di Calabria:

SULLA NUOVA STAGIONE – «Negli ultimi anni ci sono stati un po’ di cambiamenti, ma ora sono tornati nel club grandi ex giocatori che hanno fatto la storia del Milan. Sarà un altro anno zero, però siamo molto fiduciosi. Dobbiamo conoscere ancora bene il mister, ma sembra già molto carico»

SULLE CONDIZIONI – «Io sono guarito del tutto. Ho lavorato duramente per essere qui fin dal primo giorno. Per fortuna sono qui»

SUGLI INFORTUNATI – «Io, come loro, sono già qui da settimana scorsa. Siamo rimasti qui insieme anche dopo la fine del campionato scorso. Li vedo molto motivati e sono sicuro che torneranno al meglio perché sono lavoratori seri»

SULL’EUROPEO U21 – «Ho provato fino alla fine ad esserci, ma non ce la siamo sentita di correre un rischio del genere visto che l’inizio della stagione con il Milan era fondamentale. Mi è dispiaciuto molto per come è andata, la squadra poteva arrivare alla fine e anche vincere visto che ha trionfato una squadra che l’Italia aveva battuto nel girone. Avrei potuto dare tanto alla squadra, ma sono cose che capitano. Non ho voluto rischiare per essere pronto per l’inizio di stagione con il Milan»

SUL GRUPPO – «Noi che siamo qui da tanto tempo dobbiamo cercare di trasmettere ai nuovi cosa vuole dire essere al Milan. Credo che si capisca già appena entri a Milanello cosa vuole dire giocare nel Milan e indossare questi colori».