Abate esalta San Siro ma non perde di vista l’obiettivo: «Non è finita»

Abate Zapata
© foto www.imagephotoagency.it

Abate saluta San Siro e i tifosi rossoneri, ma non perde di vista l’obiettivo: c’è ancora una gara da giocare contro la SPAL

Milan-Frosinone di ieri pomeriggio verrà forse ricordato più per l’addio di Ignazio Abate che per il successo dei rossoneri. Il terzino italiano ha salutato evidentemente commosso la Curva Sud nell’ultima gara a San Siro della sua carriera per poi ringraziare i tifosi sui social: «Che stadio, che tifosi, 65mila cuori rossoneri che ti applaudono …una giornata indelebile per me. Ci sarà il tempo dei saluti e dei ringraziamenti, ma ora ci sono gli ultimi 3 punti da conquistare a Ferrara».

Il terzino italiano, da grande professionista qual è, non ha mai smesso di mettere in chiaro le priorità: prima il Milan e l’ultima giornata in casa della SPAL in cui i rossoneri si giocheranno l’ultima carta per approdare in Champions League. Il futuro di Abate poi sarà probabilmente in MLS dove l’aspetta l’amico ed ex compagno al Milan Zlatan Ibrahimovic, però prima ci sarà una stagione da finita.