DEULOFEU prima punta? Ora MONTELLA ci pensa e il MILAN punta ad acquistarlo

© foto www.imagephotoagency.it

La prestazione di Deulofeu ieri sera al Dall’Ara di Bologna ha impressionato tutti, tifosi e addetti ai lavori, estasiati non solo dalle qualità tecniche e balistiche del giovane attaccante rossonero ma anche dallo spirito di sacrificio messo al servizio della squadra per tutti i 95 minuti del match. Corsa, dribbling e ripiegamenti, Deulofeu ieri sera ha rappresentato il prototipo ideale di attaccante per Vincenzo Montella letteralmente esploso dopo l’uscita (sarà un caso) di Carlos Bacca. 

 [banner]

Bologna-Milan, un successo memorabile:

Deulofeu non è sicuramente stato il solo artefice della vittoria di ieri. Insieme allo spagnolo tutti i giocatori rimasti in campo hanno fornito una prestazione agguerrita e battagliera riuscendo a coprire il campo in modo impeccabile grazie alle direttive del tecnico Montella senza lasciare intuire a ogni singolo spettatore di star giocando il match con due uomini in meno rispetto agli avversari. 

[banner]

Un miracolo firmato Gigio Donnarumma:

Dalle paratate sensazionale di Donnarumma bravo nel primo tempo a chiudere lo specchio della porta in uscita sullo scatto di Dzemaili e formidabile nella ripresa nel respingere con un colpo di reni da fenomeno il tiro a botta sicura di Krejci, è arrivata l’isperata vittoria milanista. L’estremo difensore rossonero ha confermato ancora una volta di essere “tra” se non “il” miglior portiere in circolazione in Italia. E se il primo è Buffon…

[banner]

Poli, guerriero sul campo, bravo ragazzo fuori:

Un plauso speciale però Vincenzo Montella a fine partita l’ha voluto fare anche e soprattutto ad Andrea Poli, centrocampista utilizzato con il contagocce dal tecnico campano e che nella stoica notte di Bologna ha messo anima e corpo in funzione della causa rossonera nonostante una brutta botta rimediata ad un quarto d’ora dalla fine e che l’ha costretto a terminare la partita zoppicando. Al termine del match sarà proprio Poli a celebrare gli altri artefici della vittoria che, come lui, hanno dato tutto in campo nonostante non avessero praticamente mai giocato in stagione (vedi Vangioni)

Deulofeu, gol e futuro (da prima punta): 

Ma in mezzo alle mille celebrazioni da rivolgere alla squadra c’è soprattutto lui: Gerard Delulofeu. Con la giocata che ha propiziato il gol di Pasalic, l’attaccante rossonero ha dimostrato che palla al piede e libero di spaziare per tutto il frote d’attacco sa essere decisivo e costantemente pericoloso. Una caratteristica che fa impazzire Montella che, complice l’ennesima pessima prestazione di Bacca (forse la peggiore da quando è al Milan), in futuro sperimenterà nuovamente Deulofeu al centro dell’attacco magari con l’ingresso del giovane acquisto Ocampos sulla sinistra. 

[banner]

Intanto al Milan stanno già pensando al cartellino del calciatore, ancora totalmente di proprietà dell’Everton, e alla possibilità di acquisirlo prima ancora di giugno e dei “fondi” provenienti dalla Cina. Per farlo però la dirigenza rossonera deve attendere sviluppi dall’Inghilterra dove il Watford di Mazzarri continua a coccolarsi Niang (in gol all’esordio in Premier) e pronto a versare i 15,5 milioni di riscatto per acquisirne le prestazioni anche in futuro. La cifra incassata dal Milan per la cessione di Niang verrebbe praticamente “girata” alla proprietà dell’Everton insieme a circa altri 2,5 milioni (per un totale di 18) utile, stando al patto tra gentiluomini fatto nel corso della trattativa quest’inverno, a renderlo totalmente un giocatore del Milan.