Adesso è ufficiale: Leonardo è il nuovo direttore sportivo del Milan

Leonardo
© foto www.imagephotoagency.it

Leonardo è ufficialmente direttore generale dell’area tecnica e sportiva del Milan con effetto immediato, domani la presentazione

Arrivata da pochi istanti l’ufficialità, ormai scontata da diversi giorni, del ritorno di Leonardo come dirigente del Milan. Il manager brasiliano è stato nominato direttore generale dell’area tecnico sportiva rossonera sostituendo l’esonerato Massimiliano Mirabelli e si è messo sin da subito al lavoro per accendere il calciomercato del Milan. Il primo atto operativo del nuovo dirigente è stato il vertice con la Juventus per la cessione di Bonucci e il possibile arrivo, attraverso operazioni distinte, di Mattia Caldara al Milan. Per Leonardo è un ritorno al Milan dopo aver lasciato la società nel 2010 prima di intraprendere una breve avventura da allenatore all’Inter e poi porre le basi per la costruzione dell’attuale Psg. Il 48enne brasiliano andrà dunque a ricoprire con effetto immediato il ruolo di direttore generale dell’area tecnica e sportiva del Milan e verrà presumibilmente presentato nella giornata di domani presso la sede di via Aldo Rossi

Sul ritorno al Milan di Leonardo si è espresso ache il neo-presidente rossonero Scaroni che ha così commentato: «Il ritorno di Leonardo, grande campione rossonero e del mondo, al Club, è un altro passo in avanti nel cammino verso il successo. La nomina di Leonardo è anche un ulteriore segno dell’impegno di Elliott di aggiungere figure di esperienza e standing internazionale, che sanno cosa voglia dire riportare il Milan alla sua grandezza. Leonardo sarà responsabile dell’area sportiva, nonché del calciomercato e – a cominciare da questa finestra di mercato – avrà tutto il supporto necessario di cui ha bisogno per rafforzare e razionalizzare la squadra, all’interno dei canoni dell’UEFA Financial Fair Play.»

Articolo precedente
CaldaraMilan, in arrivo Caldara dalla Juventus: operazione Bonucci è slegata
Prossimo articolo
lotitoLotito rifiuta il ritorno di Biglia, trattativa fermata in partenza